“Crunch effect”: mangiare cibi croccanti aiuta a introdurre meno calorie. Lo studio

Salute e Benessere
©Ansa

È quanto emerso da una ricerca condotta dalla Brigham Young University e dalla Colorado State University. I cibi croccanti vanno a ruba anche tra i consumatori: nel 2021, sulla base dei dati dell’Osservatorio Immagino GS1 Italy, sono stati i più venduti (+3,2%) nel segmento della texture dei prodotti

 

ascolta articolo

Iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre aggiornato

 

Mangiare alimenti croccanti, ascoltando il suono del cibo che si scioglie in bocca, aiuterebbe a introdurre un carico minore di calorie, oltre a combattere lo stress. Una sensazione denominata dagli studiosi “crunch effect”, che potrebbe essere un alleato nella lotta ai chili di troppo. È quanto emerso da un nuovo studio condotto da un team di ricercatori della Brigham Young University e della Colorado State University, pubblicato sulla rivista americana Food Quality and Preference.

I risultati dello studio

approfondimento

Frutta e verdura: 5 porzioni al giorno per meno di un italiano su 10

Dalla ricerca è emerso che i volontari che hanno ascoltato il rumore della masticazione del cibo, hanno mangiato una porzione minore di snack croccanti (2,75 contro 4), consumando il 30% di calorie in meno rispetto a chi, invece, era disturbato da suoni e rumori di sottofondo esterni, come tv, radio e musica negli auricolari. Ma non solo. Mangiare alimenti croccanti, come emerso da uno studio condotto dall’università americana Ball State University, sembra comportare anche un aumento della produzione di serotonina, che ha un effetto calmante e rilassante.

I cibi croccanti vanno a ruba tra i consumatori

La "croccantezza" dei cibi incontra anche il gusto dei consumatori: secondo i dati dell’Osservatorio Immagino GS1 Italy 2022, i cibi croccanti sono stati i più venduti (+3,2%) nel segmento della texture dei prodotti, con un giro d’affari cresciuto alla cifra record del +18,3% nel 2020. A indicarlo sono una serie di approfondimenti condotti sulle principali testate internazionali del settore del benessere e dell’alimentazione da Espresso Communication per Vitavigor, un'azienda italiana famosa in tutto il mondo per El Super Grissin de Milan. “Il suono del cibo è un importante spunto sensoriale nell'esperienza alimentare, ma troppo spesso i consumatori e i ricercatori ne trascurano gli effetti benefici", ha commentato Federica Bigiogera, marketing manager di Vitavigor. "Come azienda siamo da sempre attenti a sviluppare nelle nostre linee di prodotto i gusti più suggestivi per riuscire ad aumentare il tempo di masticazione del cibo. Il benessere è il fattore comune che ci lega da sempre ai nostri clienti: tramite un’alimentazione sana e corretta, che si ispira ai principi della dieta mediterranea, è possibile migliorare quello che è il livello qualitativo della vita. Altro aspetto fondamentale che contraddistingue i nostri prodotti e li valorizza è il packaging in carta riciclabile, in linea con l’orientamento di Vitavigor alla produzione sostenibile e al rispetto dell’ambiente", ha concluso.

Salute e benessere: Più letti