Vittorio Colao, chi è il manager che guiderà la fase 2 dell'emergenza Coronavirus

Politica

Bresciano, classe 1961, ha trasformato Vodafone in un colosso delle tlc. Dovrà, secondo le parole di Conte, "modificare le logiche dell’organizzazione del lavoro sin qui consolidate, di ripensare alcuni radicati modelli organizzativi di vita economica e sociale"

Quasi 20 anni, in due periodi diversi, ai posti di comando di Vodafone sin dai tempi in cui il colosso delle telecomunicazioni si chiamava Omnitel ed era soltanto un operatore telefonico puro. Una parentesi in Rcs MediaGroup. Ma anche un passato alla banca d’affari Morgan Stanley e alla società di consulenza McKinsey. Ecco il curriculum in estrema sintesi di Vittorio Colao, 58 anni, chiamato dal premier Giuseppe Conte a capo del comitato di esperti, formato anche da sociologi e psicologi, che affiancherà quello tecnico-scientifico nella fase 2 dell’emergenza Coronavirus (AGGIORNAMENTI - SPECIALE - I CONTAGI IN ITALIA: GRAFICHE).

La laurea, il master e i primi passi nel lavoro

Bresciano, classe 1961, Colao dopo la laurea alla Bocconi di Milano, consegue un Master in Business Administration ad Harvard. La carriera lavorativa inizia a Londra con i primi passi in Morgan Stanley. Poi il passaggio alla McKinsey & Company. La svolta nel percorso di Colao arriva nel 1996, quando diventa direttore generale della compagnia telefonica Omnitel.

Gli anni in Vodafone e la parentesi Rcs

Nel 1999, Colao è già ad di Vodafone Omnitel. Quattro anni dopo nel 2003, quando dal marchio della società scompare il nome Omnitel, diventando soltanto Vodafone, il suo raggio di azione si allarga con la nomina a Ceo regionale per Europa meridionale, Medio Oriente e Africa. Nel 2004 Colao viene chiamato da Rcs. L'esperienza nel gruppo editoriale dura due anni.

Il ritorno in Vodafone

Nel 2006, il manager rientra in Vodafone e nel 2008 viene nominato amministratore delegato, ruolo che ricopre fino alle dimissioni arrivate nel 2018. Un decennio quest'ultimo in cui Colao, rivoluzionando il volto della compagnia a livello globale, porta a termine alcune operazioni come la vendita per 130 miliardi della partecipazione in Verizon nel 2013. 

La task force per l'emergenza Coronavirus

Nell'aprile 2020, arriva l'incarico datogli dal premier Conte al vertice della task force che avrà il compito di far rialzare il Paese travolto dall'emergenza sanitaria Covid-19. Il team che guiderà Colao dovrà, secondo le parole di Conte, "modificare le logiche dell’organizzazione del lavoro sin qui consolidate, di ripensare alcuni radicati modelli organizzativi di vita economica e sociale".

Politica: I più letti