Manovra alla Camera la prossima settimana. Conte: "L'Italia non è un rischio per nessuno"

5' di lettura

Il governo potrebbe porre la fiducia già alla fine della discussione generale il cui avvio è previsto per martedì 4 dicembre. Sherpa Ecofin: ok a bocciatura della Commissione ma possibili novità da trattativa Ue-Italia

La manovra approderà alla Camera all'inizio della prossima settimana. L'avvio della discussione generale è prevista per martedì 4 dicembre alle 14. L'esame della legge di bilancio proseguirà mercoledì e giovedì, con eventuali sedute notturne, e se servirà anche venerdì. La conferenza dei capigruppo aveva programmato per lunedì l'inizio della discussione generale ma la richiesta di slittamento è stata avanzata dalla commissione Bilancio. Sulla manovra l'esecutivo è pronto a porre la questione di fiducia. Oggi, 30 novembre, si prevede di continuare ad accantonare gli emendamenti principali: per quanto riguarda il pacchetto di modifiche del governo, la richiesta dei deputati è che l'esecutivo porti gli emendamenti per le 9 di domani mattina, 1 dicembre.

Sherpa Ecofin: "Ok a procedura, ma possibili novità da trattativa Ue-Italia"

 "L'Italia non è un rischio per nessuno. Le reazioni dei mercati finanziari non ci lasciano indifferenti. Stiamo lavorando perchè questa situazione sia superata e per realizzare la manovra in un clima di fiducia con i mercati e con gli investitori" ha detto il premier Conte a Buenos Aires per il G20. Concetto ribadito anche dal ministro dell'Economia Tria:"Stiamo facendo un deficit del 2,4 che per gli standard internazionali è normalissimo. Non crediamo di mettere a rischio nessuno" ha dichiarato. Intanto c'è il via libera degli sherpa dell'Ecofin all'opinione della Commissione Ue sulla manovra italiana, cioé una bocciatura, nella quale si ritiene giustificata l'apertura della procedura per deficit eccessivo. L'iter della procedura prosegue dunque come previsto, ma, specificano gli sherpa, resta aperta la possibilità di sviluppi sul fronte della trattativa Roma-Bruxelles: "Ulteriori elementi potrebbero emergere dal dialogo in corso tra la Commissione e il Governo italiano", si legge nell'opinione approvata dall'Efc (Economic and financial commitee).

Sherpa Ecofin: "Procedura per debito eccessivo giustificata"

Gli sherpa dell'Ecofin "considerano un fattore aggravante che in risposta all'opinione della Commissione che chiedeva di sottomettere un Documento programmatico di bilancio aggiornato, l'Italia ha inviato un piano che conferma i target di bilancio del 2019", si legge nell'opinione dell'Efc. Dopo aver analizzato la dinamica del deficit e del debito, l'Efc spiega quindi che "il criterio del deficit è rispettato", mentre quello del debito viene violato ed è giustificata una "procedura per debito eccessivo". Per l'Efc "il debito pubblico italiano resta una grande fonte di vulnerabilità per l'economia. Le misure sulle pensioni insieme all'avverso trend demografico, può toccare negativamente il trend positivo generato dalle riforme delle pensioni passate e indebolire la sostenibilità a lungo termine delle finanze". Già "messa in pericolo dall'aumento dei tassi sui bond nel 2018, e potrebbe peggiorare" se risalissero i tassi. L'alto costo del servizio del debito "pesa sulla spesa produttiva".

Bce: aumentati timori dei mercati sulla manovra dell'Italia 

Il caso Italia tiene in allerta anche la Bce, anche se l'effetto contagio resta per ora limitato. Nel rapporto semestrale sulla Stabilità Finanziaria si evidenzia che "nell'Eurozona i timori dei mercati sui piani di bilancio dell'Italia sono aumentati rispetto a maggio" e "le tensioni sui titoli di Stato italiani ci ricordano di quanto velocemente le incertezze della politica possano portare ad un cambiamento della fiducia del mercato e ad un aumento del premio di rischio". Tuttavia la Bce precisa che "le perdite osservate sul mercato finanziario italiano negli ultimi sei mesi con l'incertezza politica non si sono allargate significativamente ad altri Paesi dell'Eurozona". E in quest'ottica, ha commentato il vicepresidente della Bce, Luis de Guindos, "mi aspetto che l'Italia raggiunga un accordo con la Ue" sulla manovra.

Incontro Tria - Moscovici

Intanto, l'ufficio di presidenza della commissione Bilancio della Camera si riunirà il 30 novembre, per fissare il termine entro il quale governo e relatore dovranno presentare gli emendamenti alla manovra. Mentre il ministro dell'Economia, Giovanni Tria, avrà alcuni incontri bilaterali a margine dei lavori del G20 di Buenos Aires.

Conte: "L'Italia non è un rischio"

Da Buenos Aires il premier Giuseppe Conte risponde al presidente della Federal Reserve che ha parlato dello scontro tra Italia e Ue come "una fonte di rischio" e assicura che il dialogo con Bruxelles prosegue e "potremmo ragionevolmente recuperare un po' di risorse finanziarie", da destinare alle negoziazione con l'Ue. Ma "l'importante è conservare le promesse fatte" agli italiani, ha aggiunto. 

Di Maio: "Troveremo punto d’incontro con l'Ue senza tradire gli italiani"

Sulla manovra e le richieste Ue di ridurre il deficit è intervenuto anche il vicepremier Luigi Di Maio: "Il tema non sono i numerini ma i cittadini", ha spiegato il leader M5s, "credo nel dialogo Ue ma senza tradire gli italiani". Sul dialogo con la Commissione Ue Di Maio ha aggiunto: "Credo troveremo un punto d'incontro senza sacrificare i cittadini che vogliono che si mantengano le promesse", ha detto. E sull'eventualità dell'avvio di una procedura di infrazione, Di Maio aggiunge: "Vediamo se parte veramente". E continua: "Questa manovra vale oltre 35 miliardi, io devo far ripartire il paese e lo dobbiamo far ripartire con misure espansive, questo è il momento giusto", abbattendo il debito e spingendo la crescita".

Pressing commissione Bilancio per emendamenti del governo

Sul termine per presentare gli emendamenti, il presidente della commissione Bilancio Claudio Borghi ha spiegato: “Devo dare un termine che sia congruo per avere un ordinato svolgimento dei lavori. Oggi - ha proseguito - andiamo avanti con i lavori accantonando o respingendo le proposte". I lavori dovrebbero proseguire nel weekend, ma un calendario preciso non è stato ancora fissato.

Data ultima modifica 30 novembre 2018 ore 15:50

Leggi tutto
Prossimo articolo

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"