Pd, renziani puntano a rinvio assemblea del 21 aprile. No da minoranze

Il reggente del Pd, Maurizio Martina, e Matteo Renzi (Archivio Ansa)
2' di lettura

"Ho chiesto a Orfini di posticipare l'assemblea" ha fatto sapere il reggente Martina dopo aver incontrato l’ex premier. Contrari Area dem, Orlando e Emiliano

"Ho chiesto al presidente Matteo Orfini di posticipare l'assemblea nazionale prevista per il 21 aprile". Così il segretario reggente del Pd, Maurizio Martina, ha confermato la volontà dell'area dei dem vicina a Matteo Renzi di farl slittare la data della prossima assemblea di partito, quella in cui si dovrà decidere se eleggere subito un nuovo segretario o andare a Congresso. Le parole di Martina arrivano dopo che il reggente dei dem ha incontrato l'ex segretario Matteo Renzi. La volontà dei renziani sarebbe quella di far slittare la riunione del 21, per la coincidenza con le elezioni in Molise e le consultazioni in corso (COSA SONO - LO SPECIALE), a maggior ragione se il presidente della Repubblica Sergio Mattarella dovesse conferire un incarico. Ma dalle minoranze del partito è arrivato un secco no all'ipotesi del rinvio.

Minoranze contrarie al rinvio

Sono contrarie al rinvio dell'Assemblea nazionale del 21 aprile le minoranze interne del Pd, in particolare Area Dem che fa capo a Dario Franceschini, nonché quelle di Andrea Orlando e Michele Emiliano. Come riporta Ansa, diversi esponenti delle tre componenti concordano sul fatto che un rinvio mirerebbe in realtà a procrastinare la scelta se eleggere Maurizio Martina segretario o correre verso il congresso e le primarie.

verso il nuovo governo
Guarda tutti i video

Leggi tutto
Prossimo articolo

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Schermata Home"

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Home"