110 mila chiamate per delucidazioni su Covid a carabinieri Terni

Umbria
c1e52eee93104aec7b2822577282f23d

Con le domande più disparate, da raccolta asparagi a cibo cani

(ANSA) - PERUGIA, 05 DIC - Tra la prima e la seconda ondata della pandemia, la sola centrale operativa dei carabinieri di Terni ha ricevuto e gestito circa 110 mila chiamate da parte di cittadini, la maggior parte delle quali per avere informazioni riguardanti il Covid-19. A diffondere il dato è oggi il comando provinciale dell'Arma.
    Il numero non comprende le chiamate ricevute dalle centrali operative di Orvieto o di Amelia, né quelle di ogni singolo comando stazione.
    Curiose, riferisce sempre l'Arma, alcune delle richieste di delucidazioni sulle norme sugli spostamenti giunte ai militari.
    Tra queste quelle di chi - un anziano nel caso specifico - avrebbe voluto raccogliere gli asparagi mentre faceva attività motoria, oppure acquistare una specifica marca di crocchette per il cane in un altro comune, varcare i confini regionali per andare a trovare, dopo tre mesi di lontananza, la fidanzata nella Capitale, o il marito morto al cimitero di Napoli, infine recarsi al lago di Piediluco per "svuotare la barca" dall'acqua, anche in periodi di siccità.
    "Molti altri esempi potrebbero essere riportati - spiega l'Arma - ma è bene ricordare che questi momenti non fanno mai perdere di vista quello che è l'obiettivo principale del carabiniere operatore di centrale operativa, ossia fornire nel tempo più rapido possibile la migliore assistenza al cittadino che telefona sul numero di pronto intervento 112". (ANSA).
   

Perugia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24