Morto Christo, la sua arte al Festival di Spoleto nel 1968

Umbria
4239cc523fc73893d525fe7b92d3b6af

Sindaco, rimarrà il ricordo della magnificenza delle sue opere

(ANSA) - SPOLETO, 01 GIU - Nel 1968 Gian Carlo Menotti volle a Spoleto, in occasione dell'11/o Festival dei Due Mondi, l'artista Christo Vladimirov Yavachev, morto a New York a 84 anni.
    Dopo aver valutato la possibilità di realizzare la sua opera utilizzando il Teatro Nuovo, decise di lavorare sulla fontana di Piazza del Mercato e sul Fortilizio dei Mulini impacchettandoli completamente.
    I retroscena di quell'esperienza vennero raccontati dallo stesso Christo nel 2017 al "Cortile di Francesco" ad Assisi.
    "L'arte di Christo - ha commentato il sindaco di Spoleto Umberto de Augustinis - ha rappresentato e rappresenta ancora oggi uno degli esempi più luminosi di quello che la genialità e la visionarietà di un artista possono arrivare a realizzare.
    Sono certo che rimarrà in tutti noi il ricordo della magnificenza delle opere che furono visibili a Spoleto nelle tre settimane del Festival del 1968, un'esperienza artistica in uno spazio pubblico che a distanza di oltre 50 anni è senza dubbio tra le immagini più iconiche legate all'arte nella nostra città". (ANSA).
   

Perugia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24