Bassetti,nostra Chiesa 'esca dal tempio'

Umbria
0d353e1003cb89490c387a3e9c66c32d

Il cardinale rileva "l'allontanamento di tanti adulti e giovani"

(ANSA) - PERUGIA, 10 NOV - La "nostra Chiesa perugino-pievese, pur ricca di fermenti, di carismi, di presenze significative, di memorie di santità antiche e recenti, tra queste ultime quella del dottor Vittorio Trancanelli", "deve rendere più luminosa la sua vocazione, la sua chiamata. Pur essendo vivo da noi il desiderio e l'impegno di ascoltare la Parola di Dio, la nostra Chiesa non evangelizza sufficientemente se stessa, manca in parte di un cammino generalizzato di approfondimento delle verità della fede con l'allontanamento di tanti adulti, per non dire dei giovani". Lo ha detto il card.
    Gualtiero Bassetti.
    Lo ha fatto durante l'omelia della celebrazione eucaristica della solennità di sant'Ercolano, patrono della città e dell'Università degli Studi di Perugia, di domenica 10 novembre.
    "La nostra Chiesa - ha aggiunto - dovrebbe avere quel dinamismo missionario che la fa uscire dal tempio per comunicare la buona notizia della salvezza e condividere il dono di grazia secondo il progetto di Dio".
   

Perugia: I più letti