Covid, in Sicilia 734 nuovi contagi su 14.474 tamponi processati

Sicilia
©Getty

Il rapporto tra test effettuati e casi positivi è al 5,1%. Il numero degli attuali positivi è di 24.955 con un aumento di 174 casi, i guariti sono 540

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Sicilia

 

Sono 734 i nuovi positivi al Covid-19 in Sicilia su 14.474 tamponi processati, con una incidenza quasi del 5,1%. Le vittime nelle ultime ore sono state 20 e portano il totale a 5.443.

Su 667.423 alunni (da infanzia a scuola media di secondo grado) 3.142 sono risultati positivi, lo 0,47%. Lo dice l'ufficio scolastico regionale su rilevazioni che riguardano il 95 % degli istituti siciliani aggiornate al 26 aprile.

Il Comune di Corleone, in provincia di Palermo, diventa zona rossa da mercoledì (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI).

19:46 - Corleone da mercoledì zona rossa

Il Comune di Corleone, in provincia di Palermo, diventa zona rossa. Lo prevede un'ordinanza del presidente della Regione Nello Musumeci che ha adottato il provvedimento su richiesta del sindaco dopo la relazione sanitaria dell'Asp palermitana, considerato l'aumento considerevole del numero di positivi al Covid. Le restrizioni scatteranno da mercoledì e resteranno in vigore fino a mercoledì 19 maggio. Revocata con 48 ore di anticipo la "zona rossa" per il Comune di Mussomeli, in provincia di Caltanissetta, per cui la scadenza era fissata al 5 maggio. Il provvedimento proroga inoltre fino al 31 luglio l'efficacia dell'ordinanza del Presidente della Regione del 18 febbraio, con cui i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta sono chiamati a supportare le Asp nella gestione dei pazienti positivi al Covid (o presunti tali) rientranti in determinate categorie, e attraverso l'attivazione delle relative procedure di screening.

18:12 - In Sicilia 734 i nuovi positivi

Sono 734 i nuovi positivi al Covid-19 in Sicilia su 14.474 tamponi processati, con una incidenza quasi del 5,1%. Le vittime nelle ultime ore sono state 20 e portano il totale a 5.443. Il numero degli attuali positivi è di 24.955 con un aumento di 174 casi, i guariti sono 540. Negli ospedali i ricoverati sono 1.338, 27 in più rispetto a ieri, quelli nelle terapie intensive sono 160, tre in meno rispetto al report precedente. La distribuzione tra le province vede Palermo con 445 nuovi casi, Catania con 99, poi Messina con 61, Siracusa 35, Caltanissetta 31, Ragusa 28, Trapani 25, Agrigento ed Enna 2 per ciascuna provincia.

17:21 – Vaccini, Asp Palermo e Siracusa: 'Open day' avanti a oltranza

Prosegue ad oltranza l'Open Day delle vaccinazioni in tutti i punti di somministrazione dell'Asp di Palermo. "Il successo, con numeri record di adesione in città e provincia - si legge in una nota dell'azienda - ha indotto a dare continuità alla manifestazione che consente a tutti gli aventi diritto di potersi vaccinare, anche senza prenotazione". Basterà presentarsi in uno dei punti di somministrazione negli orari indicati, a seconda della categoria di appartenenza, muniti di tessera sanitaria e documento di identità per ricevere il vaccino. Per velocizzare l'attività propedeutica alla vaccinazione, l'azienda sanitaria invita gli utenti a scaricare la documentazione nell'apposita sezione del sito internet dell'Asp(compilando i fogli con tutti i dati richiesti). Il personale medico procederà poi all'anamnesi del soggetto, quindi avverrà la vaccinazione. Dopo il tempo di osservazione, l'utente potrà andare via. Se il cittadino dovesse avere difficoltà motorie, ma trasportabile in auto, il personale medico ed infermieristico del punto di somministrazione raggiungerà direttamente in auto la persona da vaccinare. Il cittadino rimarrà seduto in macchina dove riceverà la dose in modalità drive in, poi, insieme al personale della struttura, attenderà il tempo necessario richiesto dopo l'inoculazione. L'Open day è riservato a tutti gli utenti che rientrano nel target nazionale per le vaccinazioni, e cioè: over 80 (compresa tutta la classe di nascita 1941 con vaccino Pfizer o Moderna), over 60 fino a 79 anni (da vaccinare con Astra Zeneca se non sono utenti fragili), soggetti fragili o vulnerabili (con Pfizer o Moderna; devono presentarsi muniti, oltre che della tessera sanitaria e del documento di identità, anche del tesserino di esenzione ticket per patologia con codice che rientra nella categoria individuata a livello nazionale). L'iniziativa va avanti ad oltranza anche nel Centro vaccinale hub di Siracusa dalle 9 alle 20 e nei punti vaccinali della provincia.

15:35 - Controlli a Catania, tre arresti per aggressione alla polizia

Trecentoventi persone controllate, 13 delle quali sanzionate, 56 autocertificazioni ritirate, 15 assembramenti disciolti e tre persone arrestate. E' il bilancio dei controlli per il rispetto delle norme anti Covid a Catania durante il fine settimana del 1 maggio disposti dalla Questura secondo le strategie pianificate in sede di Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica, Diverse le zone che sono state presidiate da polizia di stato, carabinieri, guardia di finanza, polizia locale ed esercito. In particolare, nella notte tra il 30 marzo e il 1 maggio scorsi, in piazza Carlo Alberto la polizia ha bloccato tre persone, prive di mascherina, che hanno colpito gli agenti che sono stati poi medicati al pronto soccorso per le contusioni riportate. Gli aggressori, con l'intervento di pattuglie delle altre forze dell'ordine, sono stati arrestati dalla polizia per minacce, violenza, oltraggio, lesioni personali e resistenza a Pubblico ufficiale. Durante i servizi sono stati controllati anche 15 esercizi pubblici, quattro dei quali sono stati sanzionati, e chiusi per 5 giorni, per mancato rispetto delle norme anti Covid.

14:48 - Commissario Covid Catania: "Più monoclonale per ridurre ospedalizzazione"

Per "ridurre l'ospedalizzazione dei pazienti Covid attraverso l'incremento della terapia monoclonale" è "fondamentale semplificare l'iter procedurale ed è importante la collaborazione tra tutti i soggetti a vario titolo coinvolti, puntando sempre di più ad una maggiore integrazione tra ospedali e territorio" . Lo ha affermato il commissario per l'emergenza Covid Area metropolitana di Catania, Pino Liberti, a un incontro sul tema che si è tenuto al centro congressi dell'ospedale Cannizzaro di Catania. Nella provincia di Catania al momento sono stati 76 i pazienti trattati, a fronte di 532 terapie disponibili per la Sicilia orientale. In tutta la regione sono stati resi disponibili 1.200 trattamenti. "Gli anticorpi monoclonali - ha sottolineato Liberti - hanno già dimostrato l'efficacia nei soggetti idonei, quest'ultimi indicati dai medici delle Usca e da quelli di medicina generale. I pazienti riceveranno il trattamento in ospedale. Avrà una durata dai 20 minuti ad un'ora. Al termine della terapia potranno rientrare al proprio domicilio". Il commissario ha annunciato che nelle Usca opereranno 9 nuovi medici che si occuperanno, in modo esclusivo, di seguire i pazienti in trattamento. Avranno il compito di relazionarsi con le strutture ospedaliere, incontrare il paziente e seguirlo nei giorni successivi alla somministrazione. Il trasferimento dei pazienti sarà assicurato dalla croce rossa italiana. "Da subito - ha concluso Liberti - bisogna utilizzare i trattamenti già disponibili individuando i pazienti idonei attraverso il sistema informatico dell'Agenzia italiana del farmaco. Basterà inserire i dati in un apposito form per capire se il paziente è in target". Presenti all'incontro i medici delle Unità speciali di continuità assistenziale, i direttori generali delle aziende ospedaliere e dell'Asp della provincia di Catania, il direttore del Dipartimento di scienze biomediche e biotecnologiche, Filippo Drago, il presidente dell'Ordine dei medici, Igo La Mantia, e i direttori dei reparti Covid.

14:34 - Vaccinazioni a più di mille lampedusani entro venerdì

Oltre mille lampedusani verranno vaccinati entro la settimana. Medici ed infermieri dell'Asp di Palermo saranno impegnati da domani a venerdì prossimo nella somministrazione del vaccino, sia a Linosa che a Lampedusa dove saranno allestite quattro postazioni nel poliambulatorio di contrada Grecale Ne dà notizia l'azienda sanitaria. Mattina e pomeriggio, gli operatori dell'Asp di Palermo vaccineranno i cittadini che rientrano nella popolazione individuata nel target nazionale. Sulla base di una preregistrazione, curata dalla locale amministrazione comunale, sono circa 1.200 gli utenti che hanno aderito alla campagna rivolta ad over 80, soggetti fragili e cittadini tra 60 e 79 anni di età. Questi ultimi riceveranno il siero Janssen di Johnson & Johnson che necessita di una sola somministrazione per l'immunizzazione. "Alle mille persone già vaccinate in precedenza (tra cui disabili gravissimi, anziani, forze dell'ordine e personale scolastico), si aggiungerà in settimana un'altra fetta consistente di popolazione - sottolinea il direttore generale dell'Asp di Palermo Daniela Faraoni - il personale aziendale sarà impegnato anche a Linosa, dove mercoledì somministreremo il vaccino ad altre 100 persone, che si sommano alle 150, già, vaccinate. L'operazione sarà possibile grazie all'impegno ed alla disponibilità degli operatori dell'Asp che, in regime ordinario di servizio, lavoreranno nei prossimi giorni a Lampedusa. Al termine della settimana, le Pelagie avranno un terzo della popolazione vaccinata almeno con una dose di siero, ma l'impegno dell'Asp di Palermo è di tornare non appena ci sarà il via libera a livello nazionale per vaccinare tutti gli abitanti delle Pelagie che hanno fatto dell'accoglienza e della disponibilità verso il prossimo, un reale e concreto impegno sociale".

12:10 - Siracusa, è positiva ma va dal medico e in albergo: denunciata

I carabinieri di Siracusa hanno denunciato una siracusana di 42 anni che, nonostante fosse affetta da Covid-19 e sottoposta ad isolamento fiduciario nel suo domicilio, avrebbe violato più volte il provvedimento sanitario. Secondo quanto riferito dai militari, la donna si era recata a trovare la madre, a fare una visita medica e aveva preso alloggio in una casa vacanze. Ed ogni volta che doveva compilare le autocertificazioni, avrebbe fornito false dichiarazioni: come sulla scheda dei pazienti quando si è sottoposta a visita medica, in quella per alloggiare in strutture alberghiere, dichiarando false generalità e sperando di eludere i controlli, sapendo di essere presente nell'elenco dei soggetti positivi al Covid. I carabinieri, verificando le varie autocertificazioni, hanno rilevato alcune incongruenze nelle date di nascita. Dopo la denuncia alla Procura di Siracusa per false attestazioni o dichiarazioni rese e per la diffusione di una malattia infettiva, è seguito il provvedimento di quarantena per tutte le persone entrate, loro malgrado, a contatto con la paziente positiva, tra cui familiari, personale medico e della struttura alberghiera dove alloggiava, i quali nei prossimi giorni saranno sottoposti a tampone.

10:38 - In scuole Sicilia positivo lo 0,47% alunni

Su 667.423 alunni (da infanzia a scuola media di secondo grado) 3.142 sono risultati positivi, lo 0,47%. Lo dice l'ufficio scolastico regionale su rilevazioni che riguardano il 95 % degli istituti siciliani aggiornate al 26 aprile. Su 82.130 docenti 376 sono risultati positivi cioè 0,46% e su 20.941 impiegati Ata 108 sono risultati positivi, lo 0,52%. Dal raffronto con la prima settimana di rilevazione - dice l'ufficio scolastico - l'incidenza è passata dallo 0,33% dell'1 marzo all'attuale 0,46% per il personale docente e dallo 0,31% dell 1 marzo all'attuale 0,52% per il personale Ata. In entrambi i casi si ha una diminuzione dell'incidenza rispetto alla settimana precedente. Si è passati infatti dallo 0,55% del 19 aprile all'attuale 0,46% per il personale docente e dallo 0,60% del 19 aprile all'attuale 0,52% per il personale Ata. Considerando l'intero periodo di osservazione, dice l'ufficio scolastico, dal 19 novembre 2020 a oggi, l'incidenza degli alunni positivi al Covid-19 è leggermente aumentata. In valore assoluto si riscontra, rispetto al 19 novembre 2020, un aumento pari a 82 alunni positivi in più per l'infanzia (+40%) e a 207 per la primaria (+23%) mentre invece si registra un decremento pari a 170 alunni per il I grado (-18%).

7:11 - In Sicilia 772 nuovi casi su 9.773 tamponi

Sono 772 i nuovi positivi al Covid-19 in Sicilia su 9.773 tamponi processati, con una incidenza del 7,9%. I morti sono stati tre e portano il totale a 5.423. Il numero degli attuali positivi è di 24.781. I guariti sono 761. Negli ospedali i ricoverati sono 1.311, quelli nelle terapie intensive sono 163. La distribuzione dei nuovi casi tra le province, vede Palermo con 192 casi, Catania 205, Messina 89, Siracusa 106, Trapani 35, Ragusa 82, Caltanissetta 39, Agrigento 20, Enna 10.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.