Covid Sicilia, 474 casi. Messina: 740 over 80 prenotati per i vaccini

Sicilia
©Ansa

Tra loro anche 16 quasi centenari. A inaugurare la campagna vaccinale ben cinque persone di 97 anni

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Sicilia

 

In Sicilia quest’oggi si sono registrati 474 nuovi casi su 23.307 tamponi effettuati. Sono 740 gli anziani over 80 prenotati per la vaccinazione stamani in otto presidi ospedalieri a Messina e provincia. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

18:42 - Al via vaccinazioni per over 80 a Siracusa 

Ha preso il via questa mattina la vaccinazione anticovid agli ultra ottantenni nelle quattro postazioni protette predisposte dall'Asp di Siracusa negli ospedali di Siracusa, Avola, Augusta e Lentini. Presenti anche le associazioni di volontariato, come l'Avo, impegnate assieme al personale a curare l'accoglienza e l'accettazione. Sono tre gli ambulatori vaccinali allestiti nell'ospedale del capoluogo, due all'ospedale di Lentini e uno rispettivamente negli ospedali di Augusta e Avola, tutti in ambienti con percorsi separati a piano terra dove è prevista la somministrazione giornaliera di 280 dosi di vaccino fino ad esaurimento dei prenotati che ad oggi sono circa 7 mila. Il direttore generale dell'Asp di Siracusa Salvatore Lucio Ficarra si congratula con il personale coinvolto per l'organizzazione messa in campo che tiene conto della fragilità della categoria e quindi della necessità di fornire percorsi con sicurezza e protezione, assistenza ed una adeguata accoglienza. "Ringrazio per la loro professionalità e umanità i nostri operatori impegnati nelle vaccinazioni - dichiara il direttore generale -. Abbiamo iniziato a mettere in sicurezza tutta la fascia più debole della popolazione e quella maggiormente a rischio. Un importante passo avanti con l'auspicio che si arrivi al più presto a vaccinare l'intera popolazione".

18:06 - Palermo, lapide per ricordare 32 camici bianchi morti

In occasione della prima Giornata nazionale dei camici bianchi dedicata alle vittime del Covid, stamattina a Villa Magnisi, sede dell'ordine dei medici di Palermo, si è svolta la solenne cerimonia per onorare i 32 medici siciliani vittime del Coronavirus, che hanno perso la vita svolgendo la professione. A loro è stata dedicata una lapide realizzata nel sacrario della Villa. Tre pagine di marmo con incisi i nomi di ogni medico che "ha onorato il diritto alla salute", come ha sottolineato il presidente dell'ordine Toti Amato. Preghiere e canti per commemorare tutti i medici e sanitari che si sono prodigati generosamente nell'emergenza sanitaria e sociale. La pandemia e l'isolamento ci hanno insegnato che "la fede, soprattutto quella cristiana, quando è vera diventa una grande forza. Bisogna prendersi cura dell'altro, ripensare ai nostri stili di vita e sostenerci. Dio ci dice che dobbiamo incontrarci e sostenerci, avendo cura degli altri. La fede ci può dare questo apporto ed è l'unica vera via", ha detto l'arcivescovo Corrado Lorefice. Ad aprire la cerimonia di ricordo il video messaggio di Maria Elisabetta Alberti Casellati, presidente del Senato: "Quella contro il virus è una sfida ancora aperta, una battaglia che dobbiamo vincere con ogni strumento necessario. Questa giornata vuol dire onorare davvero il sacrificio dei medici e metterci in condizioni di guardare al domani con rinnovata fiducia". Presenti tra altri, oltre ai presidenti Omceo della Sicilia, anche il prefetto di Palermo Giuseppe Forlani, il sindaco Leoluca Orlando, gli assessori regionali della Salute e della Formazione, Ruggero Razza e Roberto Lagalla e tutte le autorità civili e militari che continuano a fare i conti con la pandemia.

17:00 – In Sicilia 474 casi su oltre 23mila tamponi

Sono 474 i nuovi positivi covid19 che si registrano oggi in Sicilia con 23.307 tamponi processati e una incidenza ferma al 2,1%. La regione resta stabilmente all'undicesimo posto nel numero dei nuovi contagi giornalieri. Le vittime sono state 18 nelle ultime 24 ore e portano il totale a 3.981. Gli attualmente positivi sono 29.906, con una diminuzione di altri 1663 casi rispetto a ieri. I guariti sono infatti 2.119. Negli ospedali tornano a diminuire i ricoveri e adesso sono 1.007, 27 in meno rispetto a ieri e scendono di nuovo anche i ricoveri in terapia intensiva: 145, ovvero 5 in meno rispetto a ieri. La distribuzione nelle province vede Palermo con 221 casi, Catania 79, Siracusa 45, Messina 34, Agrigento 24, Ragusa 21, Trapani 18, Enna 17, Caltanissetta 15.

16:34 - Catania, 200 dosi al Policlinico e al San Marco

Le operazioni di vaccinazioni degli ultraottantenni sono cominciate stamattina al Policlinico e all'ospedale San Marco di Catania. In quest'ultima struttura era presente l'assessore regionale della Salute, Ruggero Razza. Sono stati circa 200 nel totale i prenotati che oggi hanno ricevuto la prima dose del vaccino Pfizer-Biontech. L'età dei vaccinati è stata variabile e ha spaziato dagli ottantenni fino ad arrivare ai 96 anni della persona più anziana che ha ricevuto la propria dose al San Marco. Il direttore generale dell'azienda, Gaetano Sirna, ha espresso "soddisfazione nel vedere l'entusiasmo e la gratitudine dimostrata dagli anziani soprattutto nei confronti degli operatori sanitari presenti". "Mettere in sicurezza gli anziani - ha detto - è un ulteriore passo per riacquistare serenità, si tratta della categoria che maggiormente ha pagato in termini di vite e sofferenze e pertanto oggi va maggiormente tutelata".

16:27 - Musumeci, gratitudine a camici bianchi

"Desidero manifestare la mia sincera gratitudine, nella giornata istituita per onorare il loro impegno, a tutti i 'camici bianchi' siciliani, personale sanitario, sociosanitario, socio assistenziale e del volontariato. Senza il loro spirito di servizio, senza la loro abnegazione, a volte spinta fino al sacrificio della vita, gli effetti della pandemia in Sicilia sarebbero stati certamente più drammatici". Lo afferma il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, in riferimento alla prima Giornata nazionale dei Camici bianchi. "È soprattutto grazie alla loro opera instancabile, profusa in ogni momento di questo terribile anno nel quale il Covid-19 ha condizionato fortemente la nostra vita, che possiamo oggi guardare con cauta speranza al prossimo futuro, in attesa di completare la campagna di vaccinazione", conclude.

16:12 - Vaccini al via per over 80 in Sicilia, anche centenari

Anche in Sicilia è partita la campagna vaccinale per gli over 80. Sono oltre 130 mila gli anziani prenotati. Il calendario delle aziende sanitarie e degli ospedali al momento è programmato fino marzo e aprile. "E' una bella giornata che arriva a un anno dall'inizio dell'emergenza in Italia. Oggi vengono vaccinati anche cittadini di quasi cento anni, o che li hanno da poco compiuti, e ci sono persone oltre i 105 anni. Giornate come quella di oggi ci aprono alla speranza in un momento molto significativo - dice l'assessore regionale alla salute Ruggero Razza. Vorremmo poter fare molto di più e riaprire immediatamente la piattaforma di registrazione, la macchina organizzativa è rodata e se ci fosse un numero adeguato di vaccini potremmo poter correre contro il tempo e contro il virus. Sui vaccini abbiamo ricevuto alcune offerte, come ha detto il presidente della Regione Nello Musumeci. Vogliamo che ogni decisione venga condivisa con lo Stato ma chiediamo di fare presto - continua Razza - Non vorremmo fare da soli, ma ci aspettiamo quello sforzo che possa portare, oltre le polemiche, a vaccinare tutte le persone anziane e quelle fragili". Sono stati complessivamente 380 gli over 80 che oggi hanno effettuato la vaccinazione nei 6 centri dedicati dell'Asp di Palermo. Al Policlinico previste 102 vaccinazioni al giorno; altre 180 nel Cto dell'azienda ospedaliera "Ospedali Riuniti Villa Sofia- Cervello". A Catania nei nove punti attivati dall'Asp prevista la somministrazione di 576 dosi. A Messina, saranno inoculati circa 680-700 vaccini al giorno e tutti gli anziani over 80 degenti e "non positivi" al Covid-19 riceveranno la dose direttamente in ospedale prima delle dimissioni.Tra le persone vaccinate oggi in Sicilia anche una coppia di 99 e 95 anni che abita a Casteldaccia, nel palermitano, e Orazio Buonafede, 100 anni, di Vittoria (Rg).

16:01 - Dosi a coppia di 99 e 95 anni a Termini Imerese

È la coppia più anziana che si è oggi vaccinata all'Asp di Palermo: Nunzio Guzzo 100 anni il prossimo 23 ottobre, e la moglie, Vincenza Guzzo, 95 anni, compiuti ieri. Sono arrivati all'ospedale 'Cimino' di Termini Imerese (PA) in perfetto orario insieme con Giacinta Guzzo, 90 anni e sorella di Vincenza. Ad accompagnarli il nipote Filippo Pinello, figlio di Giacinta, vigile del fuoco in pensione che ha prenotato le vaccinazioni sul portale dedicato il primo giorno utile. "Non ho perso tempo e non ho avuto un attimo di esitazione - ha detto Filippo - i miei zii, così come mia madre, godono di ottima salute e mi hanno subito chiesto di fare il vaccino. Tra l'altro, hanno sempre fatto, anche quella antinfluenzale. A causa della pandemia sono rimasti sempre a casa. Adesso speriamo che, vaccinandosi, possano - i miei zii Nunzio e Vincenza - festeggiare i 75 anni di matrimonio". Sono arrivati tutti da Casteldaccia dove sono nati e vivono da quando Nunzio è andato in pensione, dopo aver lavorato come custode di uno stabile a Palermo, in via Tasso. "Nunzio - racconta il nipote - è l'ultimo di 11 figli. Si aiuta con le stampelle, ma cammina tranquillamente ed è assolutamente autonomo. Sono veramente felice che mia madre ed i miei zii abbiamo potuto fare il vaccino. Ringrazio tutti per l'accoglienza e per l'organizzazione impeccabile". Sono stati complessivamente 380 gli over 80 che oggi hanno effettuato la vaccinazione nei 6 centri dedicati dell'Asp di Palermo: Villa delle Ginestre, Ospedale Ingrassia, "Civico" di Partinico, "Dei Bianchi" di Corleone, "Madonna dell'Alto" di Petralia Sottana e "Cimino" di Termini Imerese. Contemporaneamente proseguono le vaccinazioni con Astra Zeneca per le forze dell'Ordine e con Moderna nelle Case di riposo.

15:25 - In piazza a Palermo docenti e studenti di Scienze Motorie e diplomati Isef

Anche a Palermo e a Catania, come in altre città italiane, manifestazione questa mattina dei docenti e degli studenti di Scienze Motorie e diplomati Isef. La protesta è rivolta al Dpcm del 14 gennaio "che ancora una volta lede il diritto di 80.000 professionisti di lavorare e di 6 milioni italiani di poter fare sport assistiti da specialisti" e per chiedere la nomina di un ministro dello Sport. "E' incredibile come lo sport in questo paese sia stato abbandonato a se stesso", dice Toti Longo, consulente dell'assessore regionale allo Sport Manlio Messina che ha partecipato in piazza del Parlamento alla protesta in scena a Palermo assieme al consigliere comunale della Lega Igor Gelarda. A Catania i manifestanti si sono ritrovati in piazza Università con un testimonial d'eccezione, la pluricampionessa del mondo, ex capitano sel Settebello rosa, Giusi Malato. "Sono in tanti a non aver ricevuto ristori e comunque le somme sono risultate insufficienti dopo un anno di inattività e il fallimento di molte palestre e associazioni sportive- spiega Longo - La situazione è giunta a un punto di non ritorno ed è indicativo che in questo governo Draghi non ci sia un ministro per lo Sport". La nomina di una figura competente nel nuovo esecutivo, la possibilità di poter continuare a lavorare e la immediata calendarizzazione e approvazione del disegno di legge per l'insegnamento curriculare dell'educazione motoria nella scuola primaria sono alcune delle rivendicazioni dei docenti, degli studenti di Scienze motorie e dei diplomati Isef.

14:51 - Vaccini: a Villa Sofia-Cervello dosi a 180 over 80

Sono 180 le persone ultraottantenni che questa mattina, nel Cto dell'azienda ospedaliera "Ospedali Riuniti Villa Sofia- Cervello" di Palermo, hanno ricevuto la somministrazione del vaccino, quale prima giornata dedicata alle sedute vaccinali destinate alla popolazione over 80. Le sedute vaccinali proseguiranno anche domani, a partire dalle 8:30. "Emoziona molto - afferma Ilaria Dilena, responsabile per le vaccinazioni dell'azienda palermitana - l'entusiasmo con cui la popolazione 'fragile', sta accogliendo l'opportunità della vaccinazione. Ciò rappresenta un messaggio di fiducia nelle istituzioni e nella scienza, che aggiunge un tassello importante nella battaglia contro il Covid". Tra i primi vaccinati anche "nonni" 95enni.

14:18 - Vaccini: Asp Catania, attivi 9 punti inoculazione a over 80

E' iniziata anche a Catania la somministrazione dei vaccini anti Covid 19 per gli over 80. Nove i punti di vaccinazione attivi dall'Asp di Catania: ai Pta San Luigi e San Giorgio e negli ospedali di Acireale, Biancavilla, Bronte, Caltagirone, Giarre, Militello Val di Catania e Paternò. Sono 576 le vaccinazioni programmate. Al Pta San Luigi, alle prime somministrazioni, erano presenti, tra gli altri, il direttore generale dell'Asp di Catania, Maurizio Lanza, il commissario per l'emergenza Covid, Pino Liberti. Con il coinvolgimento degli over 80, per i quali saranno utilizzati i vaccini Pfizer o Moderna, la campagna vaccinale è entrata nella "fase 2". I cittadini siciliani con più di 80 anni, e comunque tutti gli appartenenti alla classe 1941, possono prenotarsi tramite il sito o il numero verde 800.009.966 (attivo da lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 18 esclusi festivi).

12:22 - Vaccini, a Messina pazienti over 80 ricoverati avranno dose

Tutti gli anziani over 80 degenti e "non positivi" al Covid-19 riceveranno il vaccino direttamente all'interno del proprio ospedale prima delle dimissioni post ricovero. Su iniziativa dell'Ufficio per l'emergenza guidato dal commissario ad acta Maria Grazia Furnari, è stata inviata una comunicazione alle direzioni degli 11 presidi ospedalieri della città e della provincia di Messina, che già nei prossimi giorni si attiveranno e, prima di dimettere i pazienti con 80 o più anni, somministreranno la prima dose del vaccino Pfzer - BioNTech e concorderanno con gli stessi pazienti la sede più vicina per la somministrazione della seconda dose. Un'altra novità riguarda sempre la campagna vaccinale: l'Ufficio straordinario, infatti, già oggi, metterà a disposizione di tutti gli ospedali coinvolti (a Messina Neurolesi, Piemonte, Papardo, Policlinico; in provincia, Lipari, Mistretta, Barcellona, Milazzo, Taormina, Patti e Sant'Agata) sia il personale amministrativo che il team di circa 60 psicologi, che si alterneranno durante il periodo di vaccinazione per supportare ogni esigenza e bisogno dell'utenza prenotata e dei familiari. Inoltre, per quanto riguarda coloro che erroneamente si sono prenotati, pur non avendo ancora raggiunto l'ottantesimo anno di età (dunque non hanno ancora diritto al vaccino come da disposizioni regionali), sono stati evidenziati i nomi presenti negli elenchi, per evitare di somministrare dosi a persone previste nelle prossime fasi e non adesso. Per gli over 80 tra città e provincia di Messina complessivamente saranno effettuati circa 680-700 vaccini al giorno: un trend che sarà mantenuto da oggi fino al 12 marzo per poi scendere di poco fino al 30 aprile. Fino a oggi sono 17.892 le vaccinazioni regolarmente registrate.

12:21 - Vaccini, a Piazza Armerina una donna prima over 80 a ricevere dose

La signora Iole, 82 anni, è la prima anziana over 80 a essere vaccinata. Sorridente e tranquilla, ha accettato di essere fotografata con parte dello staff della sede vaccinale di Piazza Armerina, nel piano terra del Presidio territoriale di assistenza. La signora è la prima di 90 anziani che saranno vaccinati oggi nella città dei mosaici. Seduta vaccinatoria attiva in mattinata anche al 'Basilotta' di Nicosia e nel primo pomeriggio anche all'Umberto I di Enna. Dopo la signora Iole, è stata la volta di Filippina, che viene da Valguarnera, molto contenta per avere ricevuto il vaccino: "Spero che tutti possiamo tornare alla normalità e alla tranquillità con la vaccinazione e la fine della pandemia". Dello stesso avviso anche Rosalia, Sergio e Salvatore che, prima di andare via, hanno ringraziato gli operatori e hanno fatto la foto. La campagna vaccinale degli ultraottantenni proseguirà con la somministrazione del vaccino, già partita agli inizi dell'anno, per le categorie inserite nelle prime fasce della popolazione individuate, operatori della sanità, ospiti case di riposo ed Rsa. Da lunedì 13 febbraio è stata avviata per le forze dell'ordine e, presto, si avvierà per gli operatori della scuola sotto i 55 anni. L'organizzazione, in base all'osservanza del cronoprogramma, è costantemente monitorata dalla direzione dell'Asp di Enna .

12:20 - Vaccini, al Policlinico di Palermo prima dose a uomo di 82 anni

Giuseppe Abate, 82 anni è stato il primo vaccinato over 80 al Policlinico "Paolo Giaccone" di Palermo, nei locali dell'istituto di Igiene. Così è iniziata la campagna vaccinale contro il Covid che coinvolge gli over 80. Un sabato inaugurale che da il via a un ampio calendario programmato fino al 30 aprile. Al Policlinico saranno 102 ogni giorno gli over 80, prenotati tramite il portale di Poste italiane, a cui sarà somministrato il vaccino. Il sabato e la domenica l'attività si svolge dalle 9 alle 13, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18 e durante la settimana sarà integrata con le vaccinazioni già in corso che in questa fase - dopo la copertura del 92% di operatori sanitari e dipendenti - prosegue con gli studenti tirocinanti di medicina dell'Università di Palermo, i farmacisti di comunità, gli informatori scientifici del farmaco e delle tecnologie farmaceutiche. Gli over 80 potranno accedere direttamente alle due sale dedicate con la presenza di un solo familiare o accompagnatore. Una volta somministrata la dose, il vaccinato verrà fatto attendere in un'area di osservazione breve dove, per eventuali necessità, vi sarà il supporto di personale medico specializzato. "È un giorno molto importante - sottolinea il Commissario del Policlinico Alessandro Caltagirone -. Essere uniti e coesi è essenziale nella battaglia che tutti stiamo conducendo contro il Covid". Dall'avvio della campagna, il 2 gennaio, sono 11.746 i vaccinati, al Policlinico, di cui 6.729 prime dosi e 5.017 seconde dosi. 

12:06 - Vaccini, Ruggero Razza: "No a truffe, ma fare presto o faremo da soli"

"Sui vaccini, come ha anche detto il presidente della Regione, Nello Musumeci, non vogliamo essere truffati e vogliamo che ogni decisione venga condivisa con lo Stato. Però chiediamo di fare presto e non vorremmo fare da soli, ma che ci fosse quello sforzo atteso che possa portare, oltre le polemiche, a vaccinare tutte le persone anziane e quelle fragili". Lo ha detto l'assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, a margine dell'avvio della campagna di vaccinazione anti Covd-19 per gli over 8oenne nell'ospedale San Marco di Catania. "Le persone con disabilità gravissime - ha aggiunto Razza - ad esempio, secondo il piano nazionale dovrebbero essere vaccinate dopo gli over 80, ma se i vaccini non sono adeguati per completare gli ultra ottantenni in poco tempo, rischiamo di vaccinare le persone fragili ancora più avanti. Ed è intollerabile. Per questo - sottolinea l'assessore - ho ritenuto opportuno chiedere al ministro quantomeno per i vaccini da destinare ai pazienti con disabilità gravi di potere procedere non a seguire, ma parallelamente agli over 80". 

10:53 - Vaccini: 740 over 80 prenotati a Messina, 16 quasi centenari

Sono 740 gli anziani over 80 prenotati per la vaccinazione stamani in otto presidi ospedalieri a Messina e provincia. Tra loro anche 16 quasi centenari. A inaugurare la campagna vaccinale ben cinque persone di 97 anni, uno sarà al Policlinico di Messina per ricevere il vaccino Pfizer al padiglione G del nosocomio peloritano. Sempre allo stesso orario, un altro suo coetaneo avrà inoculato il vaccino a Lipari, mentre un terzo si recherà, come gli altri accompagnato dai familiari al Cutroni Zodda di Barcellona Pozzo di Gotto. Altri due 97enni saranno vaccinati a Patti e Sant'Agata di Militello. Due di 96 anni si proteggeranno con il vaccino dal Covid 19 a Patti e Taormina, e uno di 95 andrà a Sant'Agata di Militello. Infine, altri 8 anziani tra i 94 e i 92 anni saranno accompagnati da i loro familiari stamani nei diversi nosocomi. In tutto, a Messina e provincia ci sono 203 centenari, e qualcuno di loro nei prossimi giorni è prenotato in ospedale per il vaccino. Il criterio di scelta per decidere a chi dare la precedenza, sarà oltre a quello dell'età, naturalmente, anche quello delle condizioni di salute e delle fragilità individuali. Con il vaccino a domicilio per chi è a letto malato o non può deambulare per varie patologie. Confermiamo per le prenotazioni che i nati del 1941 hanno tutti diritto ad essere vaccinati anche se non hanno ancora compiuto 80 anni fino al 31 dicembre 1941. 

10:33 - A Catania divieto di stazionamento su gradoni Fontana Elefante

In applicazione delle disposizioni nazionali anti Covid e di quanto concordato dalla Prefettura, in sede di Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, a Catania rimane il divieto di stazionamento per le persone nei gradoni della fontana dell'Elefante di piazza Duomo, il venerdì dalle 16, e sabato e domenica dalle 9 alle 22. Lo evidenzia il sindaco Salvo Pogliese ricordando che per "evitare situazioni di assembramento senza intralciare lo svolgimento delle attività commerciali, analoga ordinanza è valida anche per il borgo marinaro di San Giovanni Li Cuti, sabato e domenica dalle 9 alle 18". Resta salvo l'ordinario transito pedonale e la possibilità di accesso e deflusso agli esercizi commerciali legittimamente aperti e a tutte le altre attività consentite, oltre alle abitazioni private.

8:03 - In Sicilia 440 casi su oltre 23mila tamponi

Sono 440 i nuovi positivi Covid-19 che si sono registrati ieri in Sicilia con 23.206 tamponi processati e una incidenza pari al 1,9% in attesa dell'avanzamento del piano vaccinale. Le vittime sono state 22 nelle ultime 24 ore e portano il totale a 3.963. Gli attualmente positivi sono 31.569. I guariti sono 1.853. Negli ospedali tornano a diminuire i ricoveri e adesso sono 1.034, ma tornano a risalire i ricoveri in terapia intensiva dove adesso sono 150. La distribuzione nelle province vede Palermo con 179 casi, Catania 79, Messina 54, Siracusa 35, Caltanissetta 35, Agrigento 17, Trapani 15, Ragusa 13, Enna 10.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.