Covid, Sicilia passa in zona arancione. Sull'isola 944 nuovi casi

Sicilia

Le persone attualmente positive sono in tutto 44.267, di queste 211 sono ricoverate in terapia intensiva, 1.373 sono ricoverate negli altri reparti mentre 42.683 si trovano in isolamento presso il proprio domicilio

 

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Sicilia

 

La Sicilia passa in zona arancione. Lo prevede l'ordinanza che il ministro della Salute, Roberto Speranza, firmerà nelle prossime ore. Intanto, oggi in regione si registrano 944 nuovi contagi a fronte di 25.461 tamponi processati. Le persone attualmente positive sono in tutto 44.267, di queste 211 sono ricoverate in terapia intensiva, 1.373 sono ricoverate negli altri reparti mentre 42.683 si trovano in isolamento presso il proprio domicilio. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

18:30 - Sicilia in zona arancione da domenica

Sono in area arancione le Regioni Puglia, Sardegna, Sicilia, Umbria e la Provincia Autonoma di Bolzano. È quanto prevedono le nuove ordinanze che il ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia, firmerà in giornata. Le ordinanze andranno in vigore a partire da domenica 31 gennaio.

18:02 - All’Oasi Troina visiere realizzate da Università Catania

Da oggi diversi operatori dell'Irccs Oasi Maria SS. di Troina (Enna) utilizzeranno nei propri reparti per la difesa contro il Covid anche visiere protettive donate dall'Università di Catania. L'ateneo ha voluto donare uno stock di dispositivi progettati e realizzati dagli studenti della struttura didattica speciale di Siracusa del laboratorio di Progettazione del Corso di Laurea a ciclo unico in Architettura. Altri quantitativi sono stati donati al Policlinico di Catania e altre strutture del Siracusano e a Piazza Armerina, nell'Ennese. Oltre un centinaio le visiere protettive consegnate stamani al presidente dell'Istituto Oasi Don Silvio Rotondo, affiancato dal direttore sanitario Michelangelo Condorelli, dal responsabile dell'UOS di Farmacia Giuseppina Spoto e di membri del CdA. A consegnare il lotto di dispositivi i professori Fausto Carmelo Nigrelli, da poco nominato presidente della struttura siracusana, e Gianfranco Gianfriddo, responsabile del laboratorio 'Allestiamoci' SDS di Siracusa, alla presenza del sindaco e del vicesindaco di Troina, Fabio Venezia e Alfio Giachino.

17:33 – In Sicilia 944 nuovi contagi su 25.461 tamponi

Sono 944 i nuovi positivi al Covid19 in Sicilia. su 25.461 tamponi processati con una incidenza di positivi pari al 3,7%. La regione resta al settimo posto per contagio in Italia insieme al Piemonte e dopo Lombardia, Emilia Romagna, Campania, Lazio, Puglia e Veneto. Le vittime sono state 37 nelle ultime 24 ore e portano il totale a 3.408. Il totale degli attualmente positivi è 44.267, con un decremento di 1.909 casi rispetto a ieri. I guariti sono infatti 2.816. Negli ospedali i ricoveri sono 1.584, ovvero 36 in meno rispetto a ieri, dei quali 211 in terapia intensiva, 4 in meno del giorno precedente. La distribuzione nelle province vede Palermo 291 casi, Catania 177, Trapani 141, Messina 137, Siracusa 61, Agrigento 57, Caltanissetta 53, Enna 17, Ragusa 10. (ANSA).

17:08 - In 2 mila al funerale in streaming

Assistere a un evento con 2.000 persone in lutto per la perdita di una persona cara in tempo di Covid? Si può, nonostante le restrizioni imposte dalla pandemia, organizzando un funerale virtuale. Lo hanno fatto i Testimoni di Geova di Gela che hanno ricordato Antonio Caputo, 71 anni, esponente della comunità da 54. Per anni il defunto si era dedicato alla cura pastorale delle comunità di Gela e alla gestione della Sala delle Assemblee: per questo tanti amici e parenti hanno voluto dare il proprio sostegno alla famiglia partecipando al funerale in video conferenza che ha permesso a 1060 dispositivi di collegare persone in streaming da diverse parti dal mondo.

16:13 - Sindacati a prefetto: “Mafia approfitta della crisi”

Cgil, Cisl, Uil hanno incontrato il prefetto di Palermo per discutere dei temi legati agli effetti della pandemia, delle emergenze della città, degli investimenti previsti dal Recovery plan. Al centro dell'incontro, le ripercussioni sul mondo del lavoro e sulle questioni connesse alla legalità. I sindacati hanno anche fatto il punto sulla "situazione drammatica" che stanno vivendo le società partecipate del Comune. "La situazione delle aziende partecipate è diventata sempre più critica, con pesanti ricadute sulla città - dichiarano il segretario generale Cgil Palermo Mario Ridulfo, il segretario generale Cisl Palermo Trapani Leonardo La Piana e Ignazio Baudo della Uil Palermo - La preoccupazione che abbiamo manifestato al prefetto è forte, tanto è che avevamo richiesto già da tempo come segreterie confederali un incontro al sindaco che ancora non avviene”.

13:40 - Catania, al Garibaldi 8 psicologi per assistenza pazienti Covid

Continuano le assunzioni all'ospedale Garibaldi di Catania. Dopo quelle degli scorsi mesi che hanno riguardato l'implementazione del personale medico, infermieristico e ausiliario, questa volta è stato il turno degli psicologi. Sono stati otto i professionisti assunti con un contratto di Collaborazione coordinata e continuativa, con l'obiettivo di supportare le Unità operative di Pronto soccorso centrale, Ostetrico e Pediatrico e nelle strutture che operano nell'assistenza dei ricoverati affetti da Covid-19. Gli psicologi che prenderanno servizio già nei prossimi giorni, sono sette donne e un uomo. "Il supporto psicologico dei pazienti Covid-19 - ha detto il direttore generale dell'Arnas Garibaldi, Fabrizio De Nicola - è un elemento fondamentale per il processo di guarigione dalla malattia. Da oggi, il Garibaldi potrà contare su uno strumento indispensabile per il reinserimento sociale della persona dopo le dimissioni dall'ospedale".

12:08 - Covid: in Sicilia 1168 alunni positivi, lo 0,27%

La ripresa in Sicilia del monitoraggio nelle scuole dell'infanzia, elementari e nelle prime classi della media (dove le lezioni si svolgono in presenza), vede al 25 gennaio, secondo i dati forniti al ministero dall'Ufficio scolastico regionale, un'incidenza di alunni positivi, rispetto al totale, dello 0,27%. Nel precedente rilevamento (il 23 dicembre scorso) la percentuale era dello 0,22, mentre rispetto al primo (svolto il 19 novembre scorso), il calo è consistente: dallo 0,46% all'attuale 0,27%. L'analisi prende il considerazione il 95% degli istititi della Sicilia 557 scuole), 440.015 alunni e di questi 1.168 sono attualmente positivi, il 43% in meno rispetto al primo rilevamento di novembre, quando i positivi erano 2041. Un ultimo dato: l'attuale incedenz dei positivi, in rapporto alle classi, è dell'1,15%.

10:41 - Caltagirone, anziani giocano a carte su scalini fontana: sanzioni

Militari della guardia di finanza della Tenenza di Caltagirone hanno sanzionato, per violazione delle norme anti Covid, cinque anziani che giocavano a carte in strada. Stavano disputando una partita a briscola seduti sugli scalini della Fontana Scelba di piazza della Repubblica, di fronte alla stazione ferroviaria di Caltagirone.

9:44 - Nicosia, focolaio dopo festa di compleanno

La Guardia di finanza di Nicosia, in provincia di Enna, ha eseguito una serie di perquisizioni domiciliari nell'ambito dell'indagine sul focolaio di contagi recentemente registrato a Capizzi, nel Messinese. Al centro dell'inchiesta, avviata dalla Procura di Enna, è una festa di compleanno svoltasi a ridosso delle festività natalizie in un locale di Nicosia alla quale ha preso parte un cospicuo numero di invitati, in prevalenza giovani, tutti provenienti dal paese del Messinese. L'obiettivo degli inquirenti è quello di accertare se il boom di contagi registrato a Capizzi, poi divenuto 'zona rossa', e nei comuni limitrofi sia stato effettivamente causato da comportamenti illeciti che hanno determinato un'esponenziale ed improvvisa crescita dei contagi tra gli abitanti della zona. Allo stato il reato ipotizzato è quello di epidemia colposa. Le perquisizioni domiciliari, così come tutti gli accertamenti in corso sono avvenute con il supporto di personale specializzato dell'Asp di Enna che, al fine di garantire le condizioni di sicurezza, non solo ha assistito i militari ma ha anche curato l'iter di sanificazione di tutto il materiale sottoposto a sequestro, tra cui diversi smartphone e apparati informatici, in modo da consentirne il successivo esame in piena sicurezza.

7:26 - Obbligo di registrazione per test in drive in a Palermo

Da oggi, per sottoporsi al tampone rapido nel drive in della Fiera del Mediterraneo di Palermo, sarà obbligatorio registrarsi al seguente link: https://www.oldmcl.it/regfiera/. Ne dà notizia l'Asp di Palermo. Questa modalità, già comunicata per l'attività dedicata al mondo della scuola, vale per tutti coloro i quali si recano al drive in, attivo ogni giorno dalle 8 alle 20. Da oggi non saranno accettati accessi non registrati tramite link.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.