Covid, in Sicilia 1.365 nuovi contagi su 10.026 tamponi

Sicilia
©LaPresse

In terapia intensiva ci sono 216 pazienti mentre in totale i ricoverati con sintomi sono 1.431. In isolamento domiciliare 37.703 persone

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Sicilia

 

Sono 1.365 i nuovi contagi registrati in Sicilia su 10.026 tamponi effettuati. In terapia intensiva ci sono 216 pazienti.

Nella settimana dal 25 novembre all'1 dicembre, in Sicilia, i posti-letto per malati Covid-19 occupati sono stati del 36%, quattro punti in meno della soglia di attenzione, mentre quelli di terapia intensiva si sono fermati al 26%, come in Sardegna, la soglia di attenzione è al 30% in questo caso.

Intanto, ieri si sono registrati 1.294 nuovi casi. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

19:40 – Nelle scuole in provincia di Palermo effettuati 10.944 tamponi

Nell'ambito dello screening per la lotta ai contagi, che si sta portando avanti nella scuole, oggi sono stati eseguiti 286 tamponi con zero positivi nell'istituto 'Manzoni' di Montelepre, dalle Usca scolastiche coordinate da Asp Palermo. Dal 19 novembre a oggi nelle scuola di Palermo e provincia sono stati fatti 10.944 tamponi e riscontrati 59 positivi (0,54%). E' ripresa intanto l'attività di screening alla Fiera del Mediterraneo di Palermo, eseguiti 1.109 tamponi con 38 positivi (3,43%). In provincia i test hanno interessato i comuni di Vicari (50 tamponi) e Villafrati (177 tamponi), nessun positivo trovato. Il programma prevede domani la presenza dei sanitari a Capaci, Bompietro, Villabate/Ficarazzi e Caltavuturo; domenica a Baucina, Isola delle Femmine, Geraci, Belmonte Mezzagno; lunedì a Sciara.

18:21 – Nuovo avviso della Regione per ristori ai teatri

Risorse per 4.869.919 euro nel nuovo avviso dell'assessorato regionale del Turismo destinate come forma di ristoro ai teatri siciliani. Pubblicato l'avviso per le presentazione delle istanze che disciplina le modalità di erogazione delle somme previste, nell'ambito delle misure urgenti per il sostegno e il rilancio dell'economia. Possono richiedere l'erogazione dei fondi i gestori di sale teatrali al chiuso intestatari di licenza, in qualsiasi forma giuridica costituiti, che hanno sede legale ed operativa nella Regione. Sono esclusi: gli enti e le organizzazioni che non hanno sede in Sicilia; gli enti, le associazioni e fondazioni a partecipazione pubblica che risultino beneficiari per il 2020 di quota Furs (Fondo unico regionale per lo spettacolo). I settori interessati sono: teatro, lirica, rivista e commedia musicale, balletto, burattini e marionette, musica leggera, classica, jazz. "Con questo nuovo avviso, come governo Musumeci - spiega l'assessore Manlio Messina - proviamo ad attenuare gli effetti della crisi dovuta all'emergenza sanitaria che da mesi stiamo vivendo e che sta fortemente penalizzando tutti coloro che operano nel settore delle attività dello spettacolo dal vivo”.

17:50 - In Sicilia 1.365 nuovi casi su 10.026 tamponi

Sono 1.365 i nuovi contagi registrati in Sicilia su 10.026 tamponi effettuati. In terapia intensiva ci sono 216 pazienti mentre in totale i ricoverati con sintomi sono 1.431. In isolamento domiciliare 37.703 persone. Dall'inizio della pandemia sono stati effettuati 1.002.839 tamponi.

17:37 - Tamponi 'drive in' al Buccheri La Ferla di Palermo

Da mercoledì prossimo l'ospedale 'Buccheri La Ferla Fatebenefratelli'di Palermo lancia il servizio di 'drive in' per l'esecuzione dei tamponi molecolari per il Covid-19. L'esame verrà eseguito dal finestrino senza scendere dalla propria auto. Il servizio sarà erogato a pagamento e il costo dell'esame sarà di €52,50. Il 'drive in' è stato realizzato in un parcheggio di proprietà dell'ente, in via Anna Buccheri La Ferla 2 B (alle spalle dell'ospedale, traversa di viale dei Picciotti). Sarà attivo dal lunedì al venerdì dalle 14,30 alle 17,30. E' necessaria la prenotazione che va effettuata soltanto online sul sito dell'ospedale.

17:33 - Palermo, rimprovera 2 ragazzi senza mascherina: picchiato autista bus

Hanno picchiato l'autista dell'Amat, l'azienda di trasporto urbano di Palermo, che aveva chiamato la polizia per segnalare la presenza a bordo di due ragazzi senza mascherina. E' successo sulla linea 614 nella zona della Marinella. L'autista si trova in ospedale a Villa Sofia dove i medici lo hanno curato con diversi punti di sutura al volto. E' sotto osservazione. Il mezzo si trovava al capolinea e stava tornando in via De Gasperi. "Si tratta di un episodio increscioso - dice Michele Cimino presidente dell'Amat - in un momento particolarmente difficile a causa del Covid. La sicurezza a bordo dei mezzi dovrebbe essere una priorità per tutti gli utenti e invece c'è chi non vuole rispettare le regole. Casi di questo genere rendono il lavoro degli operatori d'esercizio sempre più complicato. Spero che l'autista possa riprendersi prima possibile".

17:29 - Ex presidente della regione Totò Cuffaro positivo

"Cari amici, mi duole comunicarvi che attualmente mi ritrovo costretto in casa, a causa del temuto Covid che ha colpito anche me e e mia moglie. Le mie condizioni sono pressoché buone e volevo tranquillizzare tutti gli amici che quotidianamente mi contattano per chiedermi come stia. Il Covid è un male che si insinua in maniera silente, quindi, vi prego di fare attenzione ed evitare di trascurare le regole di precauzione imposte". Lo scrive l'ex presidente della Regione Salvatore Cuffaro sul suo profilo Facebook. "Purtroppo, nel mio caso, me lo sono ritrovato in casa, quindi, a nulla sono valse le precauzioni adottate all'esterno. Per questo motivo, ci tenevo ad avvertirvi rispetto il reale pericolo e a sensibilizzarvi su questo tema - aggiunge Cuffaro - Mettete la mascherina, igienizzatevi il più possibile e mantenete la distanza di sicurezza. Poche semplici regole possono garantire la salute vostra e dei vostri cari. Adottatele".

16:02 - Commissario di Palermo incontra medici di famiglia

Un percorso condiviso di assistenza, cura e fine isolamento dei pazienti covid-positivi con il pieno coinvolgimento, in tutte le fasi del processo, di Asp, ospedali e medici di medicina generale. La rivisitazione delle procedure, che consentirà tra l'altro di produrre con immediatezza i provvedimenti di fine quarantena, è stata decisa nella riunione tenuta questa mattina dal commissario per l'emergenza Covid a Palermo, Renato Costa, alla presenza, tra gli altri, dei vertici dell'Asp di Palermo provinciale e dei rappresentanti sindacali dei medici di medicina generale. "Dopo avere messo a fuoco con le Usca le priorità di un lavoro che deve essere interamente dedicato all'assistenza domiciliare dei pazienti covid-positivi - ha spiegato Costa - abbiamo incontrato i rappresenti dei medici di medicina generale con i quali si è convenuto come sia necessario creare un processo osmotico di informazioni del paziente che vada, dalla diagnosi della malattia fino alle eventuali dimissioni ospedaliere, all'assistenza domiciliare ed al provvedimento di fine quarantena". "Abbiamo individuato quelle criticità, ma soprattutto abbiamo individuato le soluzioni che possano consentire di trovare un sistema più snello in grado di dare risposte celeri e certe alle legittime richieste della gente. Un sistema - ha concluso Costa - che consentirà, anche, di alleggerire il già pesante lavoro del dipartimento di prevenzione, in particolare per il provvedimento di fine quarantena, la cui celerità di produzione da parte del sistema sanitario diventa fondamentale, tra l'altro, per la ripresa dell'attività lavorativa del cittadino. Stiamo, inoltre, mettendo a regime, sia in città che in provincia, anche un sistema di notifica dell'esito dei tamponi molecolari attraverso la messaggistica telefonica in grado di raggiungere in tempo reale il paziente che si trova in isolamento domiciliare".

15:42 - Montevago, morto ex sindaco Bernardo Triolo

"Purtroppo il Covid non guarda in faccia nessuno e fa la prima vittima a Montevago portandosi via a 56 anni un uomo stimatissimo come Bernardo Triolo, già sindaco nel 1993-94. Verrà allestita la camera ardente nella sala consiliare del Comune da oggi pomeriggio fino alle 15 di domani quando verranno celebrati i funerali. Sarà proclamato il lutto cittadino". Lo scrive in una nota il sindaco di Montevago (Ag) Margherita La Rocca Ruvolo, che aggiunge: "Tutto il Belice perde un figlio giovane, un professionista stimato, un grande lavoratore. La notizia della morte del nostro concittadino ha sconvolto tutti. Seguivamo il suo ricovero in terapia intensiva giornalmente, abbiamo sofferto e sperato. Vogliamo ringraziare tutto il personale medico e sanitario che ogni giorno con abnegazione, senso del dovere e grande sacrificio si prodigano senza sosta per contrastare il Covid e garantire l'assistenza sanitaria a tutti i pazienti".

13:00 - Asp Palermo: "Inps acquisirà automaticamente dati quarantena"

"Con riferimento al provvedimento di quarantena, necessario per il riconoscimento del periodo di malattia da Covid, la direzione provinciale Inps e l'Asp di Palermo comunicano di avere avviato, già dalla scorsa settimana, lo scambio telematico di informazioni che consentirà all'Istituto di previdenza di acquisire in modo automatico i dati concernenti l'inizio e la fine del periodo di quarantena". Si legge in una nota dell'Asp. "Si avvisano gli utenti che avessero nel frattempo ricevuto una richiesta cartacea di documentazione, che non è necessario recarsi presso gli uffici dell'ASP e che, in ogni caso, la scadenza di sette giorni indicata nella richiesta non ha carattere perentorio", conclude la nota.

9:43 - Catania, arrivati dalla Cina 13.500 camici per medici

I funzionari dell'Agenzia Dogane e Monopoli di Catania hanno sdoganato 13.500 camici chirurgici in "tessuto non tessuto" (TNT) di provenienza cinese. I dispositivi sanitari monouso, importati da un'azienda di distribuzione commerciale, sono stati resi disponibili in tempi brevissimi, attraverso la procedura di svincolo diretto, per essere consegnati a strutture ospedaliere, case di cura e altri enti di assistenza sanitaria.

7:27 - Posti-letto Sicilia occupati al 36%, intensive al 26%

Nella settimana dal 25 novembre all'1 dicembre, in Sicilia, i posti-letto per malati Covid-19 occupati sono stati del 36%, quattro punti in meno della soglia di attenzione, mentre quelli di terapia intensiva si sono fermati al 26%, come in Sardegna, la soglia di attenzione è al 30% in questo caso. I dati arrivano dal monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe di Bologna che analizza su scala nazionale anche il Trend di casi attualmente positivi, ricoveri con sintomi, terapie intensive e deceduti. L'indice Rt passa all'1,01, mentre i casi sono aumentati del 95%. Inoltre lo studio registra 427 positivi per 100mila abitanti, tra il 6 e il 28 novembre ed ancora 372 ricoverati in più con sintomi e 90 ricoverati in più in terapia intensiva.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.