Messina, scoperta frode fiscale di 2 milioni: indagato imprenditore

Sicilia
©Fotogramma

La guardia di finanza ha scoperto l’evasione dell’Iva di un 52enne che opera nel settore delle pulizie e che ha appalti in ambito nazionale: sequestrati 205mila euro

La guardia di finanza ha scoperto a Messina una frode fiscale di 2 milioni di euro messa a segno con l'uso di fatture per operazioni inesistenti. Indagato per avere evaso l'Iva tale G.A., un imprenditore 52enne che opera nel settore delle pulizie e che ha appalti in ambito nazionale. All'uomo sono stati sequestrati 205mila euro.

La frode

La frode era realizzata da tre società, tutte con sede a Messina, appartenenti allo stesso gruppo imprenditoriale e riferibili a G.A. La finanza ha scoperto i collegamenti esistenti tra le tre imprese ritenendo che avessero gestito di comune accordo e sotto un'unica regia simulando transazioni inesistenti.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.