Enna, tentano di estorcere denaro a un imprenditore: tre arresti

Sicilia

Gli indagati avrebbero chiesto all'imprenditore, con delle minacce, il pagamento di somme di denaro per la restituzione di mezzi aziendali che gli erano stati rubati

Tre presunti affiliati al clan Cappello sono stati arrestati dalla polizia di Catania ed Enna con l'accusa di estorsione ai danni di un imprenditore ennese titolare di una ditta di movimento terra al quale era stato chiesto, con minacce, il pagamento di somme di denaro per la restituzione di mezzi aziendali che gli erano stati rubati. I mezzi furono ritrovati dalle forze dell'ordine ma i tre avrebbero preteso comunque il pagamento per un loro presunto interessamento. L'indagine è stata coordinata dalla Dda di Catania . I tre arrestati sono S. F., di 34 anni, F. M., di 40, e A. M., di 51 e sono accusati, in concorso tra loro, di tentativo di estorsione con l'aggravante del metodo mafioso. Le indagini della polizia di Stato hanno consentito di accertare che il contesto criminale di riferimento era riconducibile al clan Cappello - Bonaccorsi, che controlla, tra l'altro, il territorio di San Giorgio. Le indagini si sono avvalse della collaborazione della vittima.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.