Elezioni, Franco Miccichè è il nuovo sindaco di Agrigento

Sicilia

Il candidato, appoggiato da parte del centrodestra e liste civiche, dopo 42 sezioni scrutinate su 55, è in netto vantaggio con il 60,77% dei voti su Lillo Firetto, sindaco uscente

È Franco Miccichè, appoggiato da parte del centrodestra e liste civiche, il nuovo sindaco ad Agrigento. Quando mancano solo 13 sezioni alla conclusione dello spoglio, 42 scrutinate su 55, Miccichè risulta in netto vantaggio con il 60,77% dei voti contro 39,23% su Lillo Firetto, sindaco uscente sostenuto da liste di centro. (ELEZIONI 2020LE REGIONALI)

Micciché, sarò il sindaco di tutti

"E' un risultato strepitoso. Non me li aspettavo nemmeno io questi numeri, questo vantaggio. Agrigento, ancora una volta, ha dimostrato di volermi bene e di stimarmi. Molti mi hanno apprezzato come uomo e adesso, spero, mi apprezzeranno come politico", ha detto il sindaco Micciché giungendo al comitato elettorale. " Le previsioni erano buone, ma questa affermazione, con questi numeri così importanti, non me l'aspettavo - ha sottolineato - Sarò il sindaco di tutti, sarò il sindaco che ascolta. La mia porta sarà sempre aperta, ogni giorno gli agrigentini mi devono venire a trovare. Dedico questa vittoria alla mia famiglia perché mi è stata accanto in questi giorni. Al sindaco uscente, Firetto, mando un abbraccio affettuoso perché la stima e l'affetto vanno oltre ogni bega politica".

Firetto: “Abbiamo combattuto fino all'ultimo”

“È stata una campagna lunga e particolare, difficile sia per il distanziamento sociale sia per le condizioni di partenza. In Sicilia, il centrodestra ha oltre il 60% dei consensi e anche ad Agrigento, dopo il primo turno, tutti i mestieranti della politica sono confluiti sul nostro avversario. Abbiamo dato tanto in questi cinque anni di amministrazione, abbiamo raggiunto più di ottomila preferenze e messo in crisi un sistema che ha tenuto prigioniera per anni la città. Siamo stati qui, a combattere fino all'ultimo, per provare a ridare una nuova speranza ad Agrigento", ha commentato Firetto, arrivato al comitato elettorale di Bonamorone. "Siamo riusciti a creare una coalizione civica, popolare e riformista, dalle idee chiare, dai toni eleganti ma decisi, con quella autorevolezza che serve nei momenti più critici della storia della città - ha aggiunto - . Il traino della Lega e della destra ha però sortito il suo effetto, anche se la mia azione amministrativa è stata riconosciuta. Dispiace per l'occasione persa, perché abbiamo giocato solo il primo tempo di una partita fondamentale per la nostra città".

Monteleone confermato sindaco di Carini

Giovì Monteleone, sostenuto da cinque liste civiche dell'area di centrosinistra, è stato confermato sindaco di Carini. Con 5.611 voti ha superato Salvatore Sgroi, candidato sostenuto da sette liste di centrodestra e da Italia Viva, che ha ottenuto 5.369 preferenze. Monteleone ha annunciato la sua vittoria, quando lo spoglio stava per concludersi con un post su Facebook: "E ora avanti tutta".

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24