Grida "Allah akbar" e irrompe in convento a Mazara del Vallo, fermato

Sicilia

Il giovane ha messo sottosopra alcune stanze, vuote in quel momento dato che le sorelle stavano pranzando nel refettorio, e poi ha gettato nell'atrio del convento una valigia e alcune carte

Al grido di "Allah Akbar", ha sfondato la porta d'ingresso di un convento a Mazara del Vallo (Trapani) e ha messo a soqquadro alcuni locali: protagonista dell'episodio un ragazzo di circa 25 anni maghrebino, seminudo e pare ubriaco, che è stato fermato.

La vicenda

Il ragazzo ha sfondato il portone della chiesa e del convento Cuore di Gesù, nel centro storico di Mazara del Vallo, poi si è diretto al primo piano, dove vivono le suore, e ha messo sottosopra alcune stanze, vuote in quel momento dato che le sorelle stavano pranzando nel refettorio. Poi ha gettato nell'atrio del convento una valigia e alcune carte, facendole volare da una finestra al primo piano, e infine si è nascosto. A dare l'allarme, facendo intervenire carabinieri e polizia, è stato un uomo che abita di fronte al convento. Intervenute sul posto le forze dell'ordine hanno trovato il giovane e lo hanno portato via. Le religiose, nel frattempo, spaventate, sono accorse dopo avere udito il trambusto.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24