Coronavirus Sicilia, negativi 375 tamponi a migranti in Cara Nisseno

Sicilia
©Ansa

"Un secondo tampone di controllo - rende noto la Prefettura di Caltanissetta - verrà effettuato al termine della quarantena"

Sono risultati tutti negativi al Coronavirus i tamponi fatti ai 375 migranti trasferiti al Cara di Pian del Lago di Caltanissetta. I tamponi sono stati effettuati dall'Asp di Caltanissetta.

 Intanto oggi il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, e il capo della polizia, Franco Gabrielli, si sono recati a Lampedusa per incontrare le autorità locali e fare il punto sui numerosi sbarchi delle ultime settimane. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI)

18:02 – Il turno agli uffici postali a Palermo si prenota su Whatsapp

In 41 Uffici postali di Palermo e provincia da oggi è possibile prenotare il proprio turno allo sportello tramite WhatsApp direttamente dal proprio cellulare. Il servizio è attivo nei comuni di: Palermo, Capaci, Carini, Partinico, Monreale, Sferracavallo, Terrasini, Villabate, Altavilla Milicia, Altofonte, Bagheria, Belmonte Mezzagno, Caccamo, Casteldaccia, Cefalù, Corleone, Lercara Friddi, Misilmeri, Piana Degli Albanesi e Termini Imerese. I nuovi Gestori delle Attese installati da Poste Italiane infatti, oltre ad erogare i biglietti per le operazioni allo sportello e ottimizzare la gestione dei flussi dei clienti in sala, consentono di prenotare il proprio turno acquisendo da remoto un ticket elettronico utilizzando direttamente la più diffusa piattaforma di messaggistica. Richiedere il ticket elettronico con WhatsApp è molto semplice. Dopo aver memorizzato sul proprio smartphone il numero 3715003715, il cliente dovrà avviare una chat digitando qualsiasi testo al quale Poste Italiane risponderà in automatico proponendo alcune opzioni, tra queste la prenotazione del ticket. A quel punto, digitando Comune, indirizzo e numero civico di riferimento, al cliente sarà proposto l'Ufficio Postale più vicino con l'indicazione del primo appuntamento disponibile per la prenotazione, se il cliente accetta, la prenotazione sarà inoltrata in automatico mostrando sul display del cliente il relativo codice.

16:30 - Escort positiva, individuati 2 clienti a Modica

A Modica (Ragusa) la polizia Locale ha individuato due presunti clienti della giovane escort peruviana che avrebbe abitato nella cittadina siciliana per due settimane e che successivamente a Foligno (Perugia) è risultata positiva al coronavirus. Lo rende noto il comando della Polizia Municipale di Modica, aggiungendo che uno di essi, sottoposto a tampone, è risultato negativo. Il secondo stamattina è stato posto in quarantena nella sua abitazione di Modica ed è stato segnalato all'Asp di Ragusa, che nella prossime ore lo sottoporrà a tampone. Le ricerche proseguono nella speranza di individuarne altri. "Invito coloro che hanno avuto contatti con la donna in questione - dice il sindaco Ignazio Abbate - a sottoporsi volontariamente al tampone anti covid o magari al test sierologico. Tutto sarà fatto nell'assoluto riserbo".

15:05 - Guarita da Covid mamma riabbraccia la figlia neonata operata al cuore

La piccola Raisha oggi è stata riabbracciata dalla sua mamma a 40 giorni dalla nascita, a Palermo, dopo un delicatissimo intervento al cuore . La donna l'aveva partorita dopo essersi accorta di essere positiva a Covid-19. L'intervento è stato effettuato dal Centro di cardiologico pediatrico Bambin Gesù a Taormina una settimana fa. La piccola quando si è dovuta sottoporre all'intervento pesava 1.4 kg , tra qualche giorno verrà dimessa dall'ospedale. I familiari della neonata hanno ringraziato la Misericordia di Piana degli Albanesi (Pa) che in collaborazione con la Misericordia di Letojanni (Me) ha provveduto al trasporto della mamma da Palermo al Centro medico di Taormina.

15:55 – Lampedusa, tutti negativi i 1.500 test fatti ai migranti a luglio

Tutti i migranti sbarcati a Lampedusa vengono sottoposti a test sierologici e dall'inizio di luglio sono stati eseguiti sull'isola 1.487 esami al termine dei quali solo uno ha dato esito positivo ma il migrante sottoposto poi a tampone è risultato negativo. Il dato è emerso nel corso della visita del ministro dell'Interno Luciana Lamorgese a Lampedusa nel corso della quale ha incontrato gli amministratori locali e i rappresentanti delle forze dell'ordine con i quali ha tenuto un comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica anche alla luce dei ripetuti sbarchi autonomi che si sono verificati sull'isola in queste settimane. Lamorgese ha manifestato l'apprezzamento e il ringraziamento per il difficile e gravoso impegno della Prefettura e delle Forze dell'ordine in occasione delle operazioni di salvataggio in mare, trasbordo, controllo e trasferimento dei migranti. La titolare del Viminale - accompagnata dal Capo di gabinetto Matteo Piantedosi, dal Capo della Polizia Franco Gabrielli, dal Capo Dipartimento per le Libertà civili e l'Immigrazione, Michele di Bari, e dal prefetto di Agrigento, Maria Rita Cocciufa - ha incontrato anche il comandante provinciale dei Vigili del Fuoco, della Capitaneria di Porto Empedocle e il responsabile dell'Ufficio sanitario marittimo di Agrigento. Nel corso dell'incontro con il sindaco Salvatore Martello, Lamorgese ha ribadito, ringraziandolo, la fondamentale importanza della collaborazione e della solidarietà mostrate dall'amministrazione comunale e dai cittadini delle isole Pelagie e ha ricordato le iniziative già assunte dal governo tra le quali lo smaltimento delle barche utilizzate e poi abbandonate dai migranti (al 16 luglio risultano demolite 45 imbarcazioni; altri 97 relitti, semi affondati o giacenti sul molo Favarolo, sono stati trasportati in un deposito in attesa della demolizione). Dal canto suo, il sindaco ha chiesto il potenziamento del presidio di primo soccorso e la realizzazione di un ospedale. Nei prossimi giorni il ministro ha in programma altri incontri con i sindaci delle comunità più esposte agli sbarchi e ha annunciato di voler incontrare anche il presidente della Regione Nello Musumeci e l'arcivescovo di Agrigento Francesco Montenegro. Sono inoltre in corso dei contatti tra il Dipartimento delle Libertà civili e immigrazione e la Regione per arrivare ad un protocollo sulle procedure relative all'esecuzione degli screening sanitari e al rispetto del periodo di sorveglianza precauzionale per i migranti. Un ruolo - quello della Regione Siciliana - essenziale, dice il Viminale, per garantire la sicurezza sanitaria anche dei migranti destinati ad un periodo di quarantena a bordo di navi.

14:08 - Sette positivi e due guariti nel Catanese

Sette persone, tra cui cinque componenti di una famiglia di Misterbianco (Catania) ed alcuni loro amici, sono risultate positive al test per Covid-19. Lo rende noto l'Asp di Catania, aggiungendo che uno di essi è stato ricoverato e che gli altri sei sono in isolamento e presentano una sintomatologia lieve o del tutto asintomatica. Risultano invece guariti due pazienti di un piccolo focolaio individuato a Gravina di Catania, dove una coppia di lombardi era finita al Pronto Soccorso dell'ospedale Garibaldi con sintomi lievi.

12:39 - Negativi 375 tamponi a migranti in Cara Nisseno

Sono risultati tutti negativi al Coronavirus i tamponi fatti ai 375 migranti trasferiti al Cara di Pian del Lago di Caltanissetta. I tamponi sono stati effettuati dall'Asp di Caltanissetta. Già i 375 migranti erano stati sottoposti a test sierologici risultati anch'essi negativi. "Un secondo tampone di controllo - rende noto la Prefettura di Caltanissetta - verrà effettuato al termine della quarantena". Sotto il profilo della vigilanza, il Prefetto ha disposto che siano intensificati i controlli da parte delle forze dell'ordine affinché il periodo di quarantena venga rispettato.

11:02 - Ad Avola app per accesso sicuro a spiagge

Dallo scorso fine settimana ad Avola, in provincia di Siracusa, è ora possibile - grazie a un' app", accedere in tutta sicurezza al mare, controllando già da casa la disponibilità delle numerose spiagge del litorale. A renderlo noto il Comune. 

7:49 - Il sindaco Modica: "Clienti escort facciano tamponi"

Il sindaco di Modica, Ignazio Abbate, da qualche giorno invita i suoi concittadini a sottoporsi al test del tampone se hanno avuto rapporti con la escort peruviana che è rimasta per 15 giorni a Modica, prima di trasferirsi in Umbria dove è risultata positiva al Covid-19. Ora è ricoverata nel reparto malattie infettive dell'ospedale di Perugia. "Fate i tamponi anti Covid", ha detto il sindaco ai clienti della escort, temendo un focolaio nella sua città. "Almeno due o tre clienti al giorno per 10 giorni. Si traducono in almeno 30 persone che possono aver contratto il virus e averne contagiate altre a casa o al bar".

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24