Migranti, piccoli sbarchi a Lampedusa: trasferiti in 70

Sicilia
©Ansa

Altri 150 circa dovrebbero invece essere imbarcati sul traghetto di linea "Sansovino". I test sierologici effettuati ai migranti del Bangladesh fino ad ora hanno dato risultati negativi

Nonostante le condizioni del mare vengano date in peggioramento, stamattina sono sbarcati a Lampedusa una quindicina di tunisini. La notte scorsa sono stati almeno tre i barchini - con massimo 10 persone a bordo - che sono stati agganciati dai soccorritori. (LO SPECIALE MIGRANTI)

Il trasferimento dei migranti negativi

Sono già partiti, intanto, i 70 migranti - 35 per motovedetta - il cui trasferimento era stato disposto ieri sera dalla Prefettura di Agrigento. Arriveranno in tarda mattinata a Porto Empedocle. Altri 150 circa dovrebbero invece essere imbarcati sul traghetto di linea "Sansovino". I test sierologici effettuati ai migranti del Bangladesh fino ad ora hanno dato risultati negativi.

Altre sei persone salvate dalla Guardia Costiera

Intorno alle 10 di questa mattina un velivolo dell'agenzia europea Frontex ha avvistato 6 migranti in acqua a circa 4 miglia da Lampedusa e, poco distante, un barchino con altre 11 persone a bordo. Appena arrivata la segnalazione alla Centrale operativa della Guardia costiera a Roma è stata subito inviata la motovedetta CP311 di Lampedusa, che si trovava in zona in attività di pattugliamento. I 6 naufraghi sono stati recuperati e portati sulla motovedetta che ha successivamente preso a bordo anche le altre 11 persone che erano alla deriva sul barchino.

Sea Watch: “Imbarcazione alla deriva a 24 miglia da Lampedusa”

"57 persone in pericolo a largo della Libia. Ieri, Alarm Phone è stato allertato da una barca in pericolo partita dalla Libia. La connessione era scadente. Non abbiamo potuto ottenere tutte le informazioni necessarie né verificare la posizione. Le autorità sono informate". E' quanto si legge in un tweet e poco fa Sea Watch Italy conferma: "Il nostro #Moonbird ha appena avvistato l'imbarcazione alla deriva con a bordo circa 50/60 persone. Si trova a 24 miglia da Lampedusa in zona SAR maltese. Abbiamo informato le autorità di Malta e Italia. Devono essere soccorsi subito!".

Nuovo bando per un nave-quarantena

Una procedura veloce per trovare nel giro di due-tre giorni un'altra nave da destinare alla quarantena dei migranti positivi a Covid. Ad avviarla oggi è stato il capo Dipartimento delle Libertà civili e dell'immigrazione del ministero dell'Interno. Si attendono risposte nel giro di due o tre giorni. Se non ci emergeranno offerte dal mercato, il Viminale virerà sul 'piano B' e cercherà strutture a terra, come sedi militari, per assicurare l'isolamento dei contagiati che sbarcano. Della procedura è stato informato il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. L'obiettivo del Viminale è che arrivino rapidamente risposte dal mercato, vista l'impennata di sbarchi di luglio. Ma il periodo non è dei più favorevoli: servono navi con precise caratteristiche, spazi e servizi igienici adeguati. Non ce ne sono nella disponibilità dello Stato, per questo è stato attivato un bando veloce, confidando che giungano manifestazioni d'interesse. Per l'unica 'nave-quarantena' attualmente in attività, la Moby Zazà, che si trova a Porto Empedocle, la concessione, in scadenza, è stata prorogata per altri 10 giorni in modo da concludere l'isolamento sanitario dei migranti ora ospitati.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24