Palermo, inciampò su marciapiede: disposto risarcimento di 90mila euro

Sicilia
Foto di archivio

Il 14 aprile del 2015 la donna era caduta e aveva riportato fratture in varie parti del corpo. Il giudice della Terza sezione civile del tribunale del capoluogo siciliano ha condannato il Comune e la Rap a risarcire la 73enne

Il Comune di Palermo e la Rap, Risorse Ambiente Palermo, sono stati condannati a pagare oltre 90 mila euro a una donna di 73 anni, A. C., che il 14 aprile del 2015 era inciampata su un marciapiede e a causa della caduta aveva riportato fratture in varie parti del corpo. Il giudice della Terza sezione civile del tribunale di Palermo, Monica Montante, ha riconosciuto alla donna un concorso di responsabilità del 20 per cento e ha condannato il Comune e la Rap a risarcire con oltre 83 mila euro la 73enne, oltre a farsi carico di oltre 10 mila euro di spese processuali e di consulenza tecnica.

Le parole dell'avvocato

"La situazione di dissesto - sottolinea l'avvocato Alessandro Palmigiano - non solo era evidente ma, come è emerso dalle testimonianze raccolte e dalla relazione della polizia municipale, il pericolo non era segnalato".

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.