Violenza sul lavoro a Messina, operaio picchia caposquadra con asta di metallo: arrestato

Sicilia
Immagine di archivio (Agenzia Fotogramma)

La polizia ha ammanettato un 36enne, denunciato per minacce e danneggiamento, con l’accusa di lesioni e furto aggravato. La vittima è stata trasportata in ospedale per ferite giudicate guaribili in 30 giorni 

La polizia è intervenuta a Messina per arrestare S.B., operaio 36enne, per lesioni e furto aggravato. L’uomo è stato anche denunciato per minacce e danneggiamento. All’interno di una ditta di costruzioni, durante una lite nata per motivi di lavoro, il dipendente ha assalito il caposquadra in servizio con un’asta di metallo, utilizzata per delimitare l’area di cantiere, distruggendogli anche il cellulare. La vittima, nonostante i colpi ricevuti, è riuscita a rifugiarsi in un negozio chiudendosi dentro a chiave. L’aggredito è stato portato in ospedale, dove è stato curato per ferite guaribili nel giro di 30 giorni. 

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24