Migranti, naufragio davanti all'isola dei Conigli: proseguono le ricerche

Sicilia
Foto di archivio (ANSA)

Per venerdì è previsto l'arrivo dei sub della guardia costiera. I sommozzatori dovranno proseguire le ricerche dei dispersi che erano a bordo della barca affondata sabato scorso 

Sono attesi per venerdì i sommozzatori della guardia costiera che dovranno effettuare le ricerche dei corpi delle persone morte a seguito del naufragio avvenuto sabato pomeriggio a un miglio dall'isola dei Conigli di Lampedusa (Agrigento). Le ricerche dei dispersi, circa 15, fino alle ore 20 di oggi saranno condotte da due motovedette della Guardia costiera e con un velivolo Frontex. Se le condizioni meteo lo consentiranno, i sub della guardia costiera entreranno in azione venerdì.

Il naufragio

La barca lunga circa dieci metri con a bordo oltre un centinaio di migranti è naufragata tra la spiaggia dell'isola dei Conigli e Cala Galera. Le motovedette della guardia costiera, della guardia di finanza e dei dei carabinieri hanno portato in salvo 149 naufraghi, tra i quali 13 donne e 3 bambini, portati poi a Lampedusa. I corpi privi di vita di tre donne sono stati recuperati in mare dalla motovedetta della guardia Costiera, mentre i corpi di altre due donne sono stati rinvenuti a terra dal personale della guardia di finanza.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24