Palermo, confiscate due società a un esponente del clan di Brancaccio

Sicilia

Si tratta di beni del valore stimato di circa 600 mila euro ritenuti provento o finalizzati al riciclaggio delle attività illecite 

E’ in corso di esecuzione a Palermo un decreto di confisca nei confronti di G. G., più volte condannato per associazione mafiosa e ritenuto un esponente di spicco del mandamento di Brancaccio. Si tratta di beni del valore stimato di circa 600 mila euro ritenuti provento o finalizzati al riciclaggio delle attività illecite: due società che operano nel settore della edilizia, di cui una titolare di 19 libretti al portatore anche questi sottoposti a confisca. Il decreto, eseguito dai carabinieri del Ros, è stato emesso dalla sezione misure di prevenzione del Tribunale di Palermo su disposizione della Dda.  

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24