Maltempo in Sicilia, allerta arancione: tromba d'aria a Licata

Sicilia
Foto di Archivio (ANSA)

I tetti di alcune case sono stati scoperchiati, mentre diversi cartelloni sono finiti contro le autovetture posteggiate fuori. I vigili del fuoco e gli uomini della protezione civile sono al lavoro per compiere sopralluoghi e fare una prima stima dei danni

Scuole chiuse in diversi comuni siciliani. La protezione civile regionale ha diramato l'allerta arancione per le prossime 24 ore. Il primo ad annunciare la chiusura di oggi, in via precauzionale, degli istituti scolastici è stato il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto. Stessa decisione è stata presa anche dai sindaci di altri comuni della provincia, da Canicattì a Palma di Montechiaro, da Porto Empedocle a Cammarata, da Ribera a Sciacca. Le scuole resteranno chiuse anche in alcuni comuni della provincia di Trapani, come Mazara del Vallo, e nel Ragusano, a Ispica e Pozzallo. 

Tromba d’aria nella zona del porto di Licata

Una tromba d’aria nella zona del porto di Licata (in provincia di Agrigento) ha causato notevoli disagi. I tetti di alcune case sono stati scoperchiati, mentre diversi cartelloni sono finiti contro le autovetture posteggiate fuori. I vigili del fuoco del distaccamento cittadino e gli uomini della protezione civile sono ancora al lavoro nella zona della Marina di Cara del Sole per compiere sopralluoghi e fare una prima stima dei danni. L'attenzione si concentra anche sul fiume Salso, che rischia di esondare. Il libero consorzio comunale di Agrigento ha chiuso la provinciale fra Siculiana e Raffadali (entrambi nell’Agrigentino): il livello dell'acqua ha infatti raggiunto l'altezza di un piccolo ponte che attraversa la strada.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24