Giornalista picchiato a Palermo: l’aggressore 19enne resta in carcere

Sicilia
L'ospedale Villa Sofia di Palermo

Il giudice ha convalidato la custodia cautelare per il giovane accusato di lesioni colpose gravissime. Migliorano le condizioni del cronista tedesco 48enne picchiato lo scorso sabato 2 novembre 

Il giudice ha convalidato il fermo e stabilito la custodia cautelare in carcere per il 19enne che, la sera di sabato 2 novembre, aveva picchiato un giornalista tedesco di 48 anni nei pressi di via Alessandro Paternostro, a Palermo. Il giovane è accusato di lesioni colpose gravissime nei confronti del cronista, che ora si trova ricoverato all’ospedale Villa Sofia.

I medici: "La vittima non è più intubata e respira spontaneamente"

Le condizioni della vittima, intanto, sono migliorate rispetto ai giorni scorsi. Lo confermano i medici del nosocomio: "La vittima non è più intubata e respira in modo spontaneo. Fino a quando il paziente è ricoverato al Trauma Center la prognosi è riservata, ma nelle prossime ore potrebbe essere sciolta".

L’aggressione al giornalista

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, la madre del ragazzo voleva passare in macchina nell'area pedonale nei pressi di piazza San Francesco d'Assisi. Ma una moto, che secondo la donna era di proprietà del giornalista, le impediva il passaggio. Ne è nata una lite che si è conclusa con l’aggressione al 48enne davanti alla moglie e alla figlia.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24