Urinano dopo colpo: rapinatori seriali incastrati dal Dna a Siracusa

Sicilia
Immagine di archivio (Getty Images)

Due 21enni e un 22enne avevano messo a segno i colpi a Lentini, Carlentini e Francofonte lo scorso ottobre. I criminali avevano espletato i propri bisogni sul muro adiacente a uno dei centri commerciali e sono stati identificati dopo l’intervento dei Ris di Messina

Dopo aver eseguito l'ennesima rapina all'interno di un supermercato, tre giovani criminali hanno urinato contro un muro. Le forze dell'ordine, prelevando campioni di Dna dal liquido, sono così riuscite a incastrare e arrestare i 21enni A.S.S. e A.F. e il 22enne R.L.R. I malviventi, tutti italiani, sono accusati di aver commesso quattro colpi in altrettante attività commerciali lo scorso ottobre tra Lentini, Carlentini e Francofonte (paesi in provincia di Siracusa). Nei loro confronti i carabinieri di Siracusa hanno così eseguito tre ordinanze di misura cautelare per obbligo di dimora nel Comune di residenza, permanenza in casa la notte e presentazione alla polizia giudiziaria. I delinquenti avrebbero agito sempre con il volto coperto, minacciando con pistole e cacciaviti i commessi dei centri commerciali.

L’indagine e il test dell’urina

L’indagine dei militari, coordinata dal procuratore aggiunto, Fabio Scavone, e diretta dai sostituti procuratori, Stefano Priolo e Salvatore Grillo, si è avvalsa del supporto dei Ris di Messina. I tre, ripresi dagli impianti di videosorveglianza, avevano urinato contro un muretto adiacente a un negozio venerdì 25 ottobre. Le forze dell’ordine hanno così prelevato alcuni campioni di Dna dal liquido e sono risaliti all'dentità dei rapinatori.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24