Prestavano denaro con interessi fino al 300%: due arresti nel Palermitano

Sicilia

Protagonisti due cugini di 63 e 49 anni, accusati di usura e tentata estorsione. La vittima, un commerciante, è stata più volte minacciata per rispettare le scadenze 

Due cugini, di 63 e 49 anni, sono stati arrestati dai carabinieri nel Palermitano per usura e tentativo di estorsione in concorso. Stando a quanto emerso dalle indagini, il più anziano dei due ha prestato, in tre occasioni negli ultimi cinque anni, somme di denaro a un commerciante applicando tassi di interesse che variavano tra il 120 e il 300% annuo in base alla somma data in prestito, con la collaborazione del 49enne per la riscossione. I due hanno più volte fatto ricorso a minacce affinché il loro ‘cliente’ rispettasse le scadenze. L’ordinanza di misura cautelare è stata emessa dal gip del tribunale di Termini Imerese. Il 63enne si trova ora in carcere, il cugino invece ai domiciliari. 

I più letti