Palermo, maltrattano madre invalida e le estorcono soldi: arrestati

Sicilia

Due fratelli di 21 e 19 anni sono stati ammanettati dalle forze dell’ordine dopo la denuncia presentata dalla donna agli agenti del commissariato Zisa per le continue vessazioni, minacce e danneggiamenti subiti 

La polizia di Stato, eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale di Palermo, ha arrestato due fratelli di 21 e 19 anni accusati di maltrattamenti in famiglia ed estorsione aggravata nei confronti della madre invalida. Gli agenti sono intervenuti dopo che la donna ha deciso di denunciare tutto al commissariato Zisa per via delle continue vessazioni, richieste di denaro, minacce gravi, ingiurie e danneggiamenti subiti.

L’incubo della madre

La donna ha raccontato alle forze dell’ordine alcuni episodi di maltrattamento. Una notte, per esempio, i due fratelli l’hanno svegliata per farsi accompagnare a mangiare qualcosa in una rosticceria, per poi abbandonarla per strada da sola una volta pagato il conto. La madre è stata anche costretta a trasferirsi in un altro appartamento per un determinato periodo di tempo. I figli, per procurarsi il denaro, hanno venduto gli elettrodomestici e i monili che si trovavano in casa. 

I più letti