Palermo, pesce sequestrato e multe al porticciolo di Sant'Erasmo

Sicilia

Nel corso dell'operazione si sono registrati momenti di tensione con i commercianti. Una parte dei prodotti ittici ritenuti in buone condizioni sono stati consegnati a una casa famiglia che assiste minori

Novemila euro di multe e 80 chili di pesce distrutti. È il bilancio dell'operazione effettuata a Palermo, vicino al porticciolo di Sant'Erasmo, dai carabinieri insieme agli uomini della capitaneria di porto, agli agenti della polizia municipale e ai tecnici dell'Asp 6, i quali hanno sequestrato il pesce ad alcuni ambulanti abusivi. Oltre ai prodotti ittici, sono stati requisiti diversi banconi utilizzati per la vendita abusiva. Nel corso del sequestro si sono registrati momenti di tensione con i commercianti.

Le multe

A due ambulanti sono stati confiscati i prodotti ittici esposti ed elevata una multa di 1.500 euro per la mancata tracciabilità del prodotto, mentre a un venditore sono stati sequestrati 14 bicchieri di polpa di ricci di mare senza etichettatura. Il venditore è stato anche sanzionato con una multa di seimila euro. Complessivamente le multe sono state di novemila euro. Circa 80 chili di pesce ritenuto non idoneo al consumo è stato distrutto mentre una parte di quello ritenuto in buone condizioni è stato consegnato a una casa famiglia che assiste minori.

I più letti