Gela, attentato incendiario contro un bar: è il secondo in 7 giorni

Sicilia

Le telecamere di videosorveglianza hanno ripreso il momento in cui un giovane, con indosso un casco, arrivato sul posto in scooter versa del liquido infiammabile davanti alla saracinesca del locale, appicca il fuoco e fugge 

Un locale di via Palazzi a Gela è stato nuovamente vittima di un attentato incendiario. Si tratta del terzo in pochi mesi, il secondo in una settimana. Le telecamere di videosorveglianza hanno ripreso il momento in cui un giovane, con indosso un casco, arrivato sul posto in scooter versa del liquido infiammabile davanti alla saracinesca del bar Lory, appicca il fuoco e fugge. Il tutto in meno di un minuto. Grazie all’intervento tempestivo dei vigili del fuoco il locale ha subito danni solo lievi.

L'inchiesta a Gela

In città, l'episodio viene letto come la risposta dei clan all'operazione antimafia "Stella cadente" di polizia e magistratura che ieri hanno proceduto all'arresto di 110 presunti affiliati alla "Stidda" gelese, tra la Sicilia e la Lombardia, che facevano capo alla famiglia mafiosa dei Di Giacomo. I coniugi proprietari del bar Lory avrebbero dichiarato di non aver ricevuto né minacce né richieste di denaro.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24