Paternò, lascia ordigno bellico in distributore di benzina: arrestato

Sicilia

Si trattava di una bomba da mortaio di nazionalità inglese calibro 81 mm/3 pollici, attiva e completa di spoletta, di cui l’uomo aveva preannunciato l'esplosione a breve. Gli artificieri hanno rimosso il congegno e l’hanno fatto successivamente brillare 

Un 56enne romeno pregiudicato è stato arrestato dai carabinieri della compagnia di Paternò, nel Catanese, dopo aver lasciato nella notte tra giovedì e venerdì 13 settembre, in un distributore di benzina, una bomba da mortaio di nazionalità inglese calibro 81 mm/3 pollici, attiva e completa di spoletta, preannunciandone l'esplosione a breve.

Gli artificieri hanno rimosso l’ordigno

Gli artificieri antisabotaggio del reparto operativo del comando provinciale dell'Arma di Catania, dopo aver posto in sicurezza l'intera area, hanno neutralizzato e poi rimosso l'ordigno bellico per farlo poi brillare in zona sicura. L’ arrestato è stato condotto in carcere su disposizione della Procura di Catania. Restano non chiare le motivazioni del gesto che, secondo i carabinieri, non sono riconducibili a matrice terroristica o mafiosa, ma più verosimilmente alla sfera privata dell'uomo.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24