Mazara del Vallo, prete e suo fratello aggrediti da un gruppo di ragazzini

Sicilia

Secondo quanto raccontato da don Antonino Favata, suo fratello avrebbe rimproverato i ragazzini perché facevano chiasso e loro avrebbero reagito prendendolo a calci e pugni, a quel punto il sacerdote è intervenuto, ma è stato colpito anche lui

Don Antonino Favata, cappellano dell'ospedale Abele Ajello a Mazara del Vallo, e suo fratello sono stati aggrediti da un gruppo di adolescenti nella notte tra venerdì 13 e sabato 14 settembre. Secondo quanto ricostruito, le vittime avevano rimproverato i ragazzini che urlavano e facevano chiasso in strada.

Il racconto del prete

Il prete non ha riportato ferite, mentre il fratello ha diverse escoriazioni: entrambi si sono recati al pronto soccorso e poi dai carabinieri per sporgere denuncia. "Un gruppo di 12-15enni, dopo essere stati invitati ad andare via perché facevano schiamazzi ed altro, aggrediscono mio fratello pestandolo in maniera feroce e continua, scaraventandolo a terra - ha raccontato sui social il sacerdote - Mi precipito fuori per sedare la rissa, ma nel frattempo il branco aveva chiamato aiuto: in circa 15 ragazzi hanno continuato a prendere a calci e pugni mio fratello e me in maniera feroce e incontrollata".

I più letti