Incendio distrugge capannone a Gela, si indaga sulle cause del rogo

Sicilia

Le fiamme hanno ridotto in cenere uno stabile contenente 250 maxi balle di fieno in contrada Poggio Blasco. Il fuoco sarebbe stato appiccato alle sterpaglie di un vicino terreno incolto per poi propagarsi. Potrebbe trattarsi di un atto doloso

Nella serata di ieri, martedì 10 settembre, un incendio ha distrutto un capannone in contrada Poggio Blasco a Gela, in provincia di Caltanissetta. Nello stabile, di proprietà dell’imprenditore agricolo 43enne Gioele Orazio Loggia, erano contenute 250 maxi balle di fieno.

L’incendio potrebbe essere doloso

Le fiamme sarebbero state appiccate alle sterpaglie di un vicino terreno incolto da persone non ancora identificate e poi si sarebbero propagate al capannone. Gli inquirenti stanno indagando per stabilire se si tratti di incendio colposo o doloso. L’intervento dei vigili del fuoco di Gela si è protratto per molte ore per domare il rogo. I danni sono in corso di valutazione.

I più letti