Catania, picchia più volte la moglie e minaccia familiari: arrestato

Sicilia
Foto di archivio

Gli episodi di violenza si sarebbero susseguiti per un anno, dall'aprile del 2018 al marzo del 2019. In un'occasione la vittima ha anche dovuto far ricorso alle cure del Pronto Soccorso. L'uomo ha agito anche sotto l'effetto della cocaina

Ha picchiato ripetutamente la propria moglie sotto gli occhi dei figli e della madre disabile, minacciandola anche di morte con un coltello sotto l’effetto della cocaina. Su disposizione della procura, i carabinieri hanno arrestato a Catania un uomo di 42 anni con l'accusa di aver vessato per circa un anno, da aprile 2018 a marzo 2019, la consorte 37enne e i suoi familiari. Durante le aggressioni, l’uomo avrebbe anche distrutto mobili e suppellettili e avrebbe minacciato i familiari della donna, pedinandoli fino al luogo di lavoro. In un'occasione, la vittima ha dovuto far ricorso alle cure del Pronto Soccorso dopo un'aggressione fisica che le aveva provocato la rottura della membrana del timpano sinistro.

Sorpreso in attesa della moglie con un tondino di ferro

Per timore di ritorsioni e per salvaguardare la propria incolumità e quella dei suoi familiari, la donna non ha mai denunciato il marito ma avrebbe cercato di convincerlo, anche con l’aiuto dei parenti dell’uomo, a lasciare la casa dove vivevano. Il mese scorso, il 42enne è stato anche sorpreso dalle Forze dell'Ordine nei pressi dell'abitazione della consorte all’interno di un'auto con un tondino di ferro. È stato proprio dopo essere venuta a conoscenza della circostanza che la donna ha deciso di rivolgersi ai militari e di denunciare l'uomo, ora rinchiuso nel carcere di Piazza Lanza.  

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24