Pachino, contrabbando di gasolio agricolo: sequestrato deposito

Sicilia

L'indagine è scattata quando, nel dicembre 2018, è stato registrato un significativo aumento della vendita del carburante soggetto ad agevolazioni fiscali 

Avrebbero contrabbandato carburante commercializzando gasolio agricolo, soggetto a una tassazione inferiore, per utilizzi che invece prevedono il pagamento totale dell'accisa: queste le accuse a carico dei responsabili legali di un'impresa di Pachino (Siracusa) attiva nel settore del commercio di prodotti petroliferi. I militari della guardia di finanza di Siracusa hanno quindi sequestrato un deposito di carburante e tre autocisterne di proprietà della ditta.

Le indagini

L'indagine è scattata quando, nel dicembre 2018, è stato registrato un significativo aumento della vendita di gasolio agricolo. Attraverso telecamere, sistemi gps e l'esame dei documenti di trasporto, è stato possibile accertare che il gasolio venduto a tasso agevolato veniva acquistato da soggetti che non avevano diritto a quelle condizioni di tassazione del carburante, con la conseguente evasione fiscale rispetto al pagamento di accise e Iva.  

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24