Catania, sequestrati 7.000 chili di rame in una centrale di ricettazione

Sicilia

Un uomo di 45 anni è stato denunciato in stato di libertà per attività di gestione di rifiuti non autorizzata e ricettazione

In contrada Torrevecchia a Grammichele, in provincia di Catania, la polizia ferroviaria ha sequestrato circa 7mila chili di rame rubato per un valore commerciale di 32mila euro. In una zona vicina sono stati trovati anche macchinari per sguainare e polverizzare le trecce di rame. Per la quantità di "oro rosso" ritrovato, gli investigatori ipotizzano che fosse una centrale della ricettazione di rame rubato nella Sicilia Orientale.

Attività illecita

Un uomo di 45 anni è stato denunciato in stato di libertà per attività di gestione di rifiuti non autorizzata e ricettazione. Per la gran parte del rame, è stato possibile appurare che fosse in uso alle ferrovie e utilizzate per alimentare i passaggi a livello e collegare le garitte e le stazioni. In particolare, alcuni spezzoni sono risultati compatibili con quello rubato sulla tratta ferroviaria Vizzini-Grammichele, mandando in tilt la circolazione ferroviaria nel sud-est della regione.

I più letti