Patti, pianificava l'omicidio dell'ex moglie assoldando sicari: arrestato

Sicilia

Gli agenti di polizia hanno accertato che l'uomo controllava gli spostamenti della donna anche attraverso un gps installato sulla sua auto

Arrestato a Patti, in provincia di Messina, un uomo di 50 anni, accusato di aver perseguitato l'ex moglie e di aver pianificato di ucciderla. A quanto si apprende, nel 2018 la donna è stata contattata da una persona che le ha riferito dell'intenzione omicida dell'ex marito, già destinatario nel 2017 del divieto di avvicinarsi alla persone offesa. Secondo le accuse, l'uomo avrebbe incaricato dei malavitosi affinché la uccidessero, simulando un incidente stradale e, qualora non fossero riusciti nell'intento, avrebbero potuto usare le armi. La stessa sorte sarebbe toccata all'avvocato che l'aveva assistita.

La controllava attraverso un gps installato sull'auto

L'uomo avrebbe stabilito una scaletta: prima bisognava uccidere l'ex moglie, poi il suo difensore e solo a lavoro ultimato l'uomo avrebbe proceduto al pagamento dei sicari. Gli agenti di polizia hanno accertato che l'uomo controllava gli spostamenti della donna anche attraverso un gps installato sulla sua auto. Su richiesta del pm di Patti Federica Urban, il Gip Ugo Molina ha emesso il provvedimento d'arresto.

I più letti