25 aprile a Palermo, Leoluca Orlando: "Rendere omaggio ai partigiani"

Sicilia

Il sindaco ha sottolineato "l'importanza di una mobilitazione di tutti e di tutte a difesa della Costituzione e di quei diritti e valori fondamentali che essa rappresenta" 

Il sindaco di Palermo ha partecipato al corteo organizzato dall'Anpi e dal sindacato in occasione del 25 aprile, conclusosi davanti il Teatro Massimo. "Quella di oggi è una festa di ringraziamento e di futuro", ha spiegato il primo cittadino. "Una festa della Repubblica con riflessioni e sorrisi e non con slogan e risate. Dobbiamo rendere grazie ai partigiani che hanno combattuto il potere nazifascista e ai sindacalisti che hanno combattuto il potere mafioso; entrambi ponendosi come Padri della Costituzione a garanzia dei diritti inviolabili della persona umana mortificati dal potere nazifascista e dal potere mafioso".

"Importante la mobilitazione di tutti"

Orlando ha proseguito il suo intervento spiegando che "chi cerca di dividere lotta al nazifascismo e lotta alla mafia o è ignorante o è eversivo, ignora o viola la Costituzione fondata e vissuta quotidianamente su lotta per i diritti di tutti e di ciascuno e dell'equilibrio e del rispetto dei poteri dello Stato". Il sindaco ha poi sottolineato "l'importanza di una mobilitazione di tutti e di tutte a difesa della Costituzione e di quei diritti e valori fondamentali che essa rappresenta".

I più letti