Nicolosi, Noe sequestra cava abusiva nel Parco dell'Etna

Sicilia
carabinieri_tutela_ambiente_ansa

La cava abusiva si trova a Nicolosi, nella contrada Casellaccia. L'intera area è sottoposta a vincolo paesaggistico e naturalistico perché parte del Parco dell'Etna

I carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Catania hanno sequestrato una cava di materiale basaltico lavico, ritenuta abusiva, in contrada Casellaccia, a Nicolosi (Catania). La cava si trova in un'area sottoposta a speciale vincolo paesaggistico e naturalistico, perché parte del Parco dell'Etna. 

Sequestrati un escavatore e il materiale estratto

Sono stati posti sigilli anche a un escavatore munito di martello pneumatico, utilizzato per le operazioni di sbancamento, e a tutto il materiale estratto abusivamente dalla cava. Il titolare dell'azienda, 60 anni, è stato deferito alla Procura della Repubblica di Catania per attività di estrazione abusiva e deturpamento di bellezze naturali. 

Cinque le aziende ispezionate dal Noe

Con l'attuale sequestro sono ben cinque, nel corso dell'ultimo anno, le aziende presenti nel territorio dei Comuni di Mascali, Milo e Nicolosi sottoposte a mirate ispezioni da parte dei Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Catania. 

I più letti