Palermo, peculato: non versa tassa soggiorno, sequestro ad albergatore

Sicilia
soldi_ansa

Sequestrati 17.500 euro: l'uomo è accusato di peculato perché non avrebbe versato l'imposta di soggiorno riscosse dai clienti per il quinquennio tra il 2014 e 2018

A Palermo la guardia di finanza ha sequestrato 17.500 euro al titolare dell'albergo Hotel Florio Operà di via Mariano Stabile. L'uomo è accusato di peculato. Secondo l'accusa, l'albergatore non avrebbe versato l'imposta di soggiorno riscosse dai clienti per il quinquennio tra il 2014 e 2018, appropriandosi di una somma pari a quella sequestrata. Al momento, sono in corso indagini per accertare se ci siano altre strutture che evadono il versamento dell'imposta di soggiorno.

L'attività investigativa

In questo caso c'è anche un danno erariale visto che alberghi e B&B devono, ogni tre mesi, comunicare l'ammontare raccolto e versare la somma nelle casse comunali. Il mancato versamento delle somme riscosse a titolo di imposta di soggiorno dà luogo ad appropriazione indebita di denaro pubblico da parte di soggetti incaricati di pubblico servizio. 

I più letti