Messina, inchiesta Gettonopoli: condannati 15 ex consiglieri comunali

Sicilia
Immagine d'archivio (Agenzia Fotogramma)

Il caso Gettonopoli scoppiò nel 2015, quando le telecamere a Palazzo Zanca ripresero alcuni consiglieri comunali che firmavano il registro di presenza ma sedevano in Consiglio per pochi minuti 

La Corte d’Appello ha condannato 15 dei 17 imputati coinvolti nel processo scaturito dall'inchiesta denominata 'Gettonopoli'. Durante le indagini, gli inquirenti avevano ricostruito una prassi consolidata che vedeva alcuni consiglieri comunali partecipare alle commissioni consiliari del Comune di Messina con presenze lampo, volte a riscuotere il gettone di presenza. L'inchiesta vide coinvolti 15 ex consiglieri comunali e due attuali consiglieri, rieletti alle ultime elezioni amministrative. Il caso 'Gettonopoli' scoppiò il 12 novembre 2015: le telecamere piazzate a Palazzo Zanca dalla Digos ripresero alcuni consiglieri comunali che firmavano il registro, sedevano per pochi minuti in riunione e poi andavano via.

La sentenza

La Corte ha condannato Giovanna Crifò a un anno e 5 mesi, ad un anno e due mesi Pietro Adamo, un anno e tre mesi Nicola Cucinotta, ad un anno e sei mesi Carlo Abbate, un anno e nove mesi a Benedetto Vaccarino, ad un anno e sei mesi Santi Daniele Zuccarello, ad un anno e sette mesi Paolo David, ad un anno e sei mesi Fabrizio Sottile, ad un anno e tre mesi Santi Sorrenti e Andrea Consolo, ad un anno e 5 mesi Pio Amadeo,ad un anno e 4 mesi Angelo Burrascano, ad un anno e due mesi Antonino Carreri, ad un anno e sette mesi Nicola Salvatore Crisafi, ad un anno e tre mesi Carmela David. Assolti Nora Scuderi e Libero Gioveni.  

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24