Augusta, costringeva la cugina disabile a prostituirsi: arrestato

Sicilia
Foto di Archivio (Agenzia Fotogramma)

Un uomo di 42 anni costringeva la cugina convivente, con problemi di inferiorità psichica, a prostituirsi in cambio di denaro e droga. In più occasioni l'avrebbe anche picchiata

Dramma familiare ad Augusta, in provincia di Siracusa. Un uomo di 42 anni costringeva la cugina convivente, con problemi di inferiorità psichica, a prostituirsi in cambio di denaro e droga. L'uomo è stato quindi arrestato dai carabinieri per favoreggiamento, sfruttamento della prostituzione e maltrattamenti in famiglia.

La violenza 

Secondo quanto ricostruito, per costringere la donna a prostituirsi, il 42enne in più occasioni l'avrebbe anche picchiata. Le indagini dei carabinieri sono scattate in seguito a una segnalazione. I fatti si sarebbero svolti da gennaio 2015 a settembre 2018. In casa, insieme al 42enne e alla cugina, viveva pure il figlio della donna, che veniva chiuso in una stanza dall'uomo quando la madre riceveva i clienti.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24