Palermo, confiscati beni per 500 mila euro: sigilli a una villa

Sicilia
Foto di archivio (ANSA)
polizia_ansa

Il provvedimento è stato emesso nei confronti di Gaspare Mattina, 41enne di Partinico, dal 2017 sottoposto alla misura della sorveglianza speciale 

La polizia di stato ha confiscato beni per 500 mila euro a Gaspare Mattina, 41enne di Partinico, in provincia di Palermo, sottoposto dal 2017 alla misura della vigilanza speciale, accusato di violenza sessuale, sequestro di persona, lesioni personali, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Il provvedimento di confisca è stato emesso dalla sezione misure di prevenzione del tribunale di Palermo. I sigilli sono scattati a una villa.

Le indagini patrimoniali

In base alle indagini patrimoniali, effettuate dagli agenti di polizia sul nucleo familiare di Mattina, è emersa la sproporzione economica tra gli acquisti mobiliari e immobiliari e i redditi percepiti. La villa è stata acquistata da un parente e ristrutturata nonostante i redditi dichiarati non garantirebbero il sostentamento familiare. Il 7 maggio del 2014, Mattina era stato arrestato perché trovato in possesso di un'arma con matricola abrasa e munizioni e condannato, in via definitiva, alla pena di due anni di reclusione.  

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24