Omicidio di Ragusa, tracce di sangue vittima sugli abiti del marito

Sicilia
anziano-XXII_marzo-scientifica-fotogramma

Sono state trovate tracce di sangue dell'ex moglie, Maria Zarba, sull'orologio, i vestiti e il tappettino dell'auto di Giuseppe Panascia, di 73 anni, che è in carcere con l'accusa di omicidio

La polizia scientifica ha trovato tracce di sangue dell'ex moglie, Maria Zarba, di 66 anni, sull'orologio, i vestiti e il tappettino dell'auto di Giuseppe Panascia, di 73 anni, che è in carcere con l'accusa di omicidio. Questo è quello che emerge dal rapporto delle indagini sul delitto, commesso l'11 ottobre scorso a Ragusa. Negli atti dell'inchiesta sono stati allegati anche i video che riprendono l'uomo dirigersi nella casa dove l'ex moglie viveva da sola e andare poi via a bordo della sua auto.

Le ipotesi dell'omicidio

Secondo le ricostruzioni, l'omicidio sarebbe maturato nell'ambito dei contrasti dell'ex coppia: Maria Zarba pretendeva il pagamento del mantenimento che l'uomo non le versava e di essere lasciata da sola. Giuseppe Panascia si è sempre proclamato innocente e sulle macchie trovate sui sui vestiti repertati dalla polizia scientifica, che ha appurato essere sangue della donna, aveva sostenuto che erano tracce del cous cous che aveva mangiato.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.