Siracusa: accusato di abusi su figlia, torna libero per vizi procedura

Sicilia
Immagine d'archivio (Agenzia Fotogramma)
Agenzia_Fotogramma_giustizia2

Poiché l’ordinanza cautelare è stata redatta solo in italiano, ed essendo l’indagato romeno, l’avvocato difensore ha potuto presentare alcune eccezioni 

Un bracciante agricolo romeno, arrestato la scorsa estate, è stato rimesso in libertà per vizi procedurali. E’ successo a Francoforte, nel Siracusano, dove l’uomo risiede. L’uomo, di 39 anni, è accusato di aver abusato della figlia tredicenne tra il 2014 e il 2017. Il romeno era stato sottoposto a ordinanza di custodia cautelare, firmata dal Gip di Catania, ma poiché il provvedimento è stato redatto solo in italiano, lingua poco familiare all’indagato, l’avvocato difensore ha potuto presentare alcune eccezioni. In particolare il legale ha contestato il fatto che il suo cliente non avrebbe potuto difendersi dalle accuse durante l’interrogatorio di garanzia, in quanto non gli era possibile leggere e comprendere le accuse. 

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24