Mafia, prefettura dispone ispezione al Comune di San Cipirello

Sicilia
Foto di archivio (Fotogramma)

Gli agenti stanno esaminando i documenti dell’amministrazione comunale ed entro tre mesi dovranno verificare se ci sono o meno infiltrazioni mafiose 

La prefettura di Palermo ha disposto un’ispezione al Comune di San Cipirello, nel Palermitano, per verificare se ci sono o meno infiltrazioni mafiose. Il provvedimento è stato emesso dal prefetto Antonella De Miro, su delega del ministro degli Interni. A eseguire i controlli sono un funzionario di villa Whitaker, un ufficiale dei carabinieri e un dirigente della polizia di Stato, che stanno passando al setaccio i documenti dell'amministrazione comunale. L'ispezione è guidata da Fabio Sanfilippo della prefettura di Palermo. Entro tre mesi dovranno verificare se ci sono o meno infiltrazioni mafiose nell'amministrazione comunale guidata dal sindaco Vincenzo Geluso.

Le dichiarazioni del sindaco

Il sindaco di San Cipirello ha commentato l’ispezione effettuata in Comune su ordine della prefettura. "È venti anni che faccio l'amministratore di San Cipirello. Prima consigliere comunale, poi assessore e presidente del consiglio. Non ho mai ricevuto nulla dai magistrati in tutti questi anni. Adesso in un solo anno chissà cosa avrei commesso", ha dichiataro. "Hanno chiesto una stanza e hanno iniziato a guardare le carte dell'amministrazione dell'ultimo anno. So che staranno lì tre mesi. Poi l'accesso potrà proseguire per altri tre mesi o sarà mandata la relazione in prefettura e al ministero. Il mio primo atto è stata la demolizione di una casa di un arrestato per mafia. Non capisco cosa possa avere commesso. I mafiosi a san Cipirello sono stati tutti arrestati. Non so se c'è un'altra frangia, ma io l'ho sempre contrastata" ha concluso. 

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24