Truffe ad Agea: arrestati due coniugi nel Messinese

Sicilia
foto di archivio (ANSA)
Guardia_di_finanza_carnevale_fotogramma

Marito e moglie stipulano contratti di affitto su terreni senza alcun titolo. Estorsioni per avere convenzioni pluriennali su lotti agricoli. Dal 2013 al 2016 guadagno per oltre 100 mila euro 

Plurime condotte illecite finalizzate all’illecita percezione di contributi nel settore della politica agricola comune. E' l'accusa nei confronti di due coniugi, C.L.G. e S.A., arrestati dalla Guardia di Finanza di Messina.

Per il tramite di una ditta individuale e una società, hanno dichiarato falsamente la proprietà di terreni nonché la conduzione degli stessi a vario titolo (locazione onerosa e/o comodato gratuito) senza averne la materiale disponibilità e che i contratti di affitto e di comodato, indicati nelle domande uniche di pagamento presentate all’Agea (Agenzia  per le erogazioni  in agricoltura) erano falsi in tutto o in parte.

In alcuni casi, inoltre, hanno fatto anche estorsioni nei confronti di alcuni proprietari al fine di ottenere la sottoscrizione, in proprio favore, di contratti di affitto pluriennali di terreni agricoli. Le due imprese agricole, nell’arco temporale dal 2013 al 2016, hanno percepito illecitamente contributi per oltre 100 mila euro, cifra che è stata sequestrata sull'equivalente di beni mobili ed immobili dei due coniugi, che ora sono stati posti ai domiciliari. L'uomo arrestato è fratello di un noto boss della zona di Montalbano Elicona.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24