Tagliano alberi di eucalipto in zona demanio a Gela, 3 arresti

Sicilia
Foto di Archivio (ANSA)
eucalipto_getty_images

Tre persone sono finite agli arresti domiciliari con l’accusa di furto aggravato di beni dello Stato e danneggiamento del patrimonio ambientale 

La Guardia di Finanza ha arrestato tre persone, tutte residenti a Niscemi, in provincia di Caltanissetta, perché sorpresi a tagliare, per farne legna da ardere, alberi di eucalipto in un’area boschiva demaniale. Una zona, tra l’altro, sottoposta a vincoli ambientali vicino alla diga di Disueri.

Con l’accusa di furto aggravato ai beni dello Stato e danneggiamento del patrimonio ambientale, le tre persone sono finite agli arresti domiciliari. Inoltre, sono stati sequestrati l’area interessata, il legname, i mezzi adoperati per il taglio e un furgone per trasportare la legna in un’area di stoccaggio nell’abitazione degli arrestati.
All’interno, la Guardia di Finanza ha anche trovato 60 tonnellate di legna da ardere destinata, con molta probabilità, alla vendita e ha sequestrato un autocarro, una ruspa, motoseghe e attrezzature per usi forestali.
Le indagini sono ancora in corso.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24