Truffano fedeli in preghiera dopo sisma di Catania, denunciate

Sicilia
Foto di Archivio (ANSA)
6terremoto-catania

Due romene di 34 e 35 anni si erano finte sordomute. Indossavano falsi cartellini di una sedicente Associazione umanitaria per persone portatrici di handicap e per bambini poveri 

Due donne romene, di 34 e 35 anni, avrebbero approfittato della paura dei fedeli, riuniti la sera di sabato 6 ottobre presso lo stadio di Biancavilla, nel Catanese, a pregare dopo il terremoto, per chiedere loro offerte di denaro. Le due ragazze si sarebbero finte sordomute, indossando falsi cartellini di una sedicente Associazione umanitaria per persone portatrici di handicap e per bambini poveri.

Le due romene, residenti a Lentini, in provincia di Siracusa, sono state bloccate nello stadio “Orazio Raiti” e denunciate per truffa aggravata in concorso. Per convincere la gente ad effettuare una piccola donazione avrebbero, inoltre, mostrato carta intestata riportante le finalità dell’Ente e nomi e cognomi di chi aveva fatto offerte e il loro importo.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24