Palermo, in carcere per estorsione la moglie del boss Lo Piccolo

Sicilia
Foto di archivio (ANSA)
volante_polizia_ansa

Rosalia Di Trapani è stata condotta al carcere Lorusso di Pagliarelli: la donna deve scontare una condanna definitiva a otto anni per estorsione, aggravata dal metodo mafioso

Duro colpo alla criminalità organizzata siciliana. Gli agenti della Polizia di Stato hanno messo le manette ai polsi di Rosalia Di Trapani, 70enne, moglie del Boss Salvatore Lo Piccolo. Gli episodi contestati dalla Procura risalgono al 2006, durante la latitanza del marito. In questo periodo la donna del capo mafia ha preso le redini dell'attività di famiglia, continuando ad imporre il pizzo ai titolari di una macelleria. Le indagini sono state svolte dagli investigatori della sezione criminalità organizzata della Squadra Mobile di Palermo. La condanna è ora diventata definitiva e la donna è stata portata al carcere Lorusso di Pagliarelli, dove deve scontare una pena a otto anni di reclusione.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24