Gela, arrestato Morso per associazione a delinquere di stampo mafioso

Sicilia
Foto di archivio (ANSA)
polizia_milano_ansa

Il 62enne gelese si trovava già ai domiciliari per un omicidio avvenuto a Genova. Nel frattempo, è diventata definitiva la sentenza che lo ritiene un uomo di Cosa Nostra

Vincenzo Morso, 62enne di Gela, è ritenuto un membro di spicco del clan Emmanuello. L'uomo si trovava agli arresti domiciliari dal giugno scorso per l'omicidio di Davide Di Maria. L'assassinio è avvenuto a Genova e sarebbe scaturito da una lite per la gestione dello spaccio di droga.
Morso è un volto noto alle forze dell'ordine. Nel 2011 era stato arrestato dalla Squadra Mobile di Genova a seguito dell'operazione “Tetragona” della Direzione Distrettuale Antimafia di Caltanissetta.

I procuratori nisseni hanno accusato Morso di essere un membro di Cosa Nostra, in particolare di avere avuto un ruolo di rilievo nel clan Emmanuello, oltre ad essere coinvolto in una serie di estorsioni e nella gestione del traffico di droga. La sentenza, ora, è divenuta definitiva e la Procura Generale presso la Corte d'Appello di Caltanissetta ha emesso l'ordine di carcerazione.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24