Armi nascoste in una tomba, sequestrato arsenale a Catania

Sicilia
Foto di archivio (Getty Images)
kalashnikov_getty

La Santa Barbara era posizionata in luoghi diversi, ma apparterrebbe allo stesso gruppo criminale. Ritrovate pistole, proiettili e armi da guerra

Secondo imponente sequestro di armi nel giro di pochi giorni in Sicilia. Questa volta, gli uomini della polizia sono intervenuti a Catania. In uno dei cimiteri della città, gli agenti hanno rinvenuto una mitraglietta Kalashnikov con due caricatori vuoti, due pistole, una cal. 7,65 e una cal. 38, e centinaia di cartucce. Le armi erano nascoste in un sacco nero all'interno di una tomba sigillata da un lucchetto.

Il secondo sequestro, sempre portato a termine dagli uomini della squadra mobile, è avvenuto in un parcheggio del quartiere Nesima. Qui, gli agenti, sotto una moto coperta da un telone, hanno trovato un giubbotto antiproiettile, un centinaio di cartucce di vario calibro, una rivoltella cal. 357 magnum con tamburo rifornito di 6 cartucce, una pistola semiautomatica cal. 44 magnum, completa di caricatore e 6 cartucce.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24